Anticipazioni ultima puntata Squadra antimafia 6: che cosa succederà? Veronica a capo di Crisalide?

Colpo di scena sul finale della penultima puntata di Squadra antimafia andata in onda il 3 novembre 2014 e grande curiosità per quello che vedremo nell’ultimo appuntamento. Non potevano quindi mancare le nostre anticipazioni: che cosa succederà nell’ultima puntata di Squadra antimafia 6 in onda il 10 novembre 2014? Veronica, detta anche gioiuzza, dai tanti telespettatori che seguono sui social la fiction, è tornata. A quanto pare lei e il suo smalto rosso non sono morti e potrebbero avere avuto un ruolo preciso sin dall’inizio. Immaginare se Veronica sia da sempre una pedina di Crisalide e il povero De Silva sono un agente da usare alla meglio in queste ultime operazioni prima di puntare ancora più in alto? Non dimentichiamoci che potrebbe succedere davvero di tutto e infatti Veronica Colombo sta puntando la pistola alla testa proprio all’amato Filippo. Nonostante sia cattivo infatti i fans della fiction si sono affezionati a lui come del resto a Rosy Abate. A proposito dell’Abate non dimentichiamoci che sta vagando da sola per Catania. Una vera mina vagante.

LEGGI QUI IL RIASSUNTO DELL’ULTIMA PUNTATA IN ONDA

SQUADRA ANTIMAFIA 6 ANTICIPAZIONI ULTIMA PUNTATA IN ONDA IL 10 NOVEMBRE 2014

Calcaterra torna al suo posto e lui e Lara si ritrovano a dover affrontare un nemico diverso dagli altri, ancora una volta. Se da un lato la Colombo infatti è felice per il fatto che sua sorella sia viva, dall’altro deve ammettere che da sempre le ha mentito facendo parte dei “cattivi” e a quanto pare per sua scelta. Ma visto che nella fiction risorgono tutti perchè questa decima puntata di Squadra antimafia non potrebbe regalarci anche il piccolo Leonardino Abate, il figlio di Rosy? Sappiamo che nella prossima stagione la Michelini non dovrebbe esserci ma anche una sola speranza di vederla felice ci darebbe una gioia in più. Tornando alla trama di quest’ultima imperdibile puntata non dimentichiamo che adesso Crisalide ha un nuovo capo e che gli obiettivi sono diversi, difficile per la Duomo capire le mosse di questa nuova organizzazione.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.