Costantino Della Gherardesca e i suoi problemi psichiatrici, un racconto che fa male


Costantino Della Gherardesca è entrato nelle nostre case con i suoi programmi e il suo simpatico faccione, non piace a tutti ma se continua a condurre Pechino Express, Boss in Incognito e così via vuol dire che piace a molti. E come spesso accade quando si diventa così noti arrivano i racconti del passato, di momenti difficili, in questo caso di problemi psichiatrici e con la droga. Costantino Della Gherardesca non ha timore di usare i termini giusti né di raccontarsi. L’ha fatto in un’intervista rilasciata al settimanale Vanity Fair iniziando dalla confessione di aver fatto uso di droghe per poi passare alla sua infanzia e all’adolescenza, ai problemi.

In un’unica frase Costantino afferma i due problemi contro cui ha dovuto lottare: “Una persona con problemi psichiatrici come me per forza di cose si dà alla droga. E se hai una famiglia ricca alle spalle, fnisci per farti di eroina e cocaina fno alla fine dei tuoi giorni”. Racconta che era un bambino problematico, che voleva stare sempre da solo. Aveva attacchi d’ansia quando doveva andare in luoghi pubblici e forse un grave errore è stato quello di mandarlo in un collegio in Svizzera quando aveva 9 anni. A 12 anni ha incontrato la sua prima psicologa: “Avevo dato fuoco alle tende. Ma il periodo peggiore cominciò a 14 quando mi trasferirono in un collegio di destra, molto severo, in Inghilterra. Capirono subito che ero omosessuale e mi punivano continuamente”.

LA STORIA DI ANNA – ABUSI NEL SANTUARIO DI PADRE PIO – CLICCA QUI


In seguito preferiva rifugiarsi dai suoi amici a Parigi e lì droga e acidi c’erano sempre. Poi arrivò in un altro collegio ma continuò con la droga: “Ci si droga per anestetizzarsi. Sono stato ricoverato ovunque: ospedali psichiatrici, comunità, centri di recupero. Per disturbi psichiatrici e per droga. Il punto più basso è stato il ricovero in una comunità psichiatrica dove ero finito per questioni anche di droga. Ero ancora un ragazzino e mi somministravano neurolettici molto forti. È per quello che sono diventato grasso”.

Nonostante tutto Della Gherardesca è riuscito a terminare i suoi studi e iniziare il suo percorso professionale nel giornalismo fino ad arrivare in tv.

Alla domanda se sia giusto che una coppia gay cresca un bambino risponde e chiude: “Immagino che qualcuno possa avere perplessità sul fatto che uno con problemi psichiatrici possa occuparsi di un figlio. Ma ho visitato alcune case famiglia e le garantisco che sarebbe molto meglio avere una casa, la possibilità di studiare e, nel mio caso, cinque dottori a disposizione. Credo che potrebbe essere felice. Quindi la risposta è sì, lo farei.

OGGI TUTTI IN GIALLO SU FACEBOOK PER IL PICCOLO SETH – CLICCA QUI


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

    © Ultime Notizie Flash

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close