Guendalina Tavassi: “Mia Figlia Gaia manipolata, non andrò in tv a parlare di questo marciume”

Sta facendo davvero molto discutere tutto quello che è successo nelle ultime ore sui social. Ci riferiamo, come avrete capito dal nostro titolo, alla vicenda che vede Gaia, la figlia di Guendalina Tavassi protagonista. La ragazza, da giorni , pubblica sui social delle storie puntando il dito contro sua madre. Ha pubblicato dei messaggi, ha parlato di botte ricevute, ha parlato anche di polizia arrivata in casa dopo che sua madre l’aveva picchiata. Tutte cose che Guendalina nega ma preferisce non parlare nel dettagli di ogni singolo accusa che sua figlia le fa. Guendalina si è già espressa sui social, ha fatto capire che sua figlia è stata manipolata da qualcuno e che quindi sta facendo tutto questo senza un preciso motivo. O forse un motivi c’è ma di questo lei ne parlerà in privato, quando riuscirà a vedere sua figlia. Guendalina inoltre precisa anche che non ha denunciato Remo Nicolini, suo ex e padre di Gaia ma che ha chiesto al suo legale di essere tutelata in questa situazione, visto che non è bello quello che sta succedendo.

La Tavassi spiega che di certo c’è qualcuno che sta manipolando sua figlia, le stesse persone che le permettono di essere più libera, motivo per il quale lei preferisce vivere con suo padre e non con lei. E visto che in questi giorni molte persone hanno anche commentato sui social, pensando che presto questa storia si sposterà nei salotti televisivi, Guendalina precisa che non ha nessuna intenzione di affrontare questa storia in vari salotti. E parla di marciume quando dice che spera di risolvere in modo diverso questa storia.

GUENDALINA TAVASSI RISPONDE ALLE ACCUSE DI SUA FIGLIA GAIA

Ed ecco quello che Guendalina ha scritto nelle sue storie pochissimi minuti fa

Essendo una questione molto delicata abbiamo condiviso tutte le storie direttamente nella nostra gallery perchè in questa vicenda ogni singola parola ha la sua importanza. Speriamo per il bene di Gaia che è ancora minorenne, che questa vicenda si risolva presto tra le mura di casa.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.