Ashley Graham trasforma le smagliature con un effetto che le rende belle (Foto)


La bellissima Ashley Graham è diventata mamma da un mese, deve ancora ritrovare la sua forma fisica ma c’è una cosa che non perderà mai più, le sue smagliature (foto). La modella curvy non ha mai avuto alcun problema nel mostrare quelli che per altri sono chili in più o la cellulite e sul suo profilo Instagram oggi ha anche postato una foto che mostra le sue smagliature, quel segno sul suo corpo che le ricordiamo la sua maternità. Non tutte le donne si ritrovano con le smagliature sulla pancia dopo la gravidanza ma magari le hanno in altre parti e spesso anche senza mettere al mondo un figlio. Ashley Graham, modella paladina del movimento body positive, ha rivelato così anche la bellezza di un corpo che cambia, la sua accettazione è totale ma colpisce ancora di più l’effetto che ha aggiunto in un’altra foto alle sue smagliature. Da viola le smagliature sono diventate belle.

ASHLEY GRAHAM IL SUO VENTRE A UN MESE DAL PARTO

La bellezza non è vedersi tutte uguali, lei è contro ogni bellezza stereotipata, anche se ha ammesso che durante la gravidanza non è stato sempre semplice vedere il suo corpo che si trasformava.

“Non è stato facile accettare il mio corpo in gravidanza, ma è di sicuro un promemoria che ci fa capire quanto i nostri corpi siano fantastici perché, generano la vita, sono così grata al mio corpo, è così vero”.

E dopo la sua intervista a Grazia UK ha aggiunto sui social la sua voglia di accettarsi, obiettivo raggiunto. Nessun filtro alle sue foto dopo il parto, vuole mostrarsi al naturale e continuerà a farlo ma è davvero carina l’idea dell’effetto aggiunto alle sue smagliature. Sono così diventate ancora più preziose in ogni senso. Andrebbero valorizzate proprio come ha fatto lei solo su una foto. Un risultato che piace, che magari si potrebbe davvero realizzare, perché non tutte riescono a essere così forti e piene di personalità, pronte ad amare quei segni così evidenti anche se parlano d’amore. 

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close