Aurora Ramazzotti ha superato i due milioni di follower dopo la foto con i brufoli: una influencer speciale


Aurora Ramazzotti è diventata una influencer, lo dice soddisfatta dopo avere superato i due milioni di follower, ma la sua intenzione non è quella di suggerire l’acquisto di un vestito o cose del genere. La sua foto ormai famosa con i brufoli ha superato i 700mila like, non l’avrebbe mai immaginato, poi sono arrivati tanti altri follower e oggi le piace pensare che ha creato un palinsesto su una piattafoema. Aurora Ramazzotti è quindi una influencer diversa dalle altre, è speciale. Di recente ha anche deciso di non fare più finta che gli haters non esistano e con gran semplicità mostra a tutti i loro commenti e le sue fantastiche risposte. In un’intervista al Corriere della Sera Aurora tira fuori ancora una volta la sua maturità, il suo buon senso e le mamme ringraziano per le lezioni di vita, per come sia in grado di aiutare gli altri.

AURORA RAMAZZOTTI DOPO AVERE SUBITO E’ LEI LA VERA INFLUENCER

Tutto è iniziato da lontano, dalle critiche subite negli anni, le cattiverie subite. Non si sentiva mai abbastanza e le foto delle modelle perfette la facevano anche soffrire. Poi è cresciuta, fino alla foto con i brufoli. La figlia di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti ha raccontato più volte il perché di quello scatto postato per tutti su Instagram.

Oggi conta più di 2 milioni di follower e confida: “Non mi dispiace essere una influencer. Prima era sinonimo di fashion blogger, penso di non aver mai postato la foto di un vestito per dire guardate che bello, compratelo. Mi piace pensare di aver creato un palinsesto su una piattaforma: se sono fonte di intrattenimento sono contenta, se lo sono di ispirazione ancora meglio”. Il grazie delle mamme e degli adolescenti è il suo orgoglio più grande. 

Ultime Notizie Flash su Instagram

Leggi altri articoli di Bellezze VIP

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close