Michelle Hunziker: “Ho vissuto male la separazione dei miei e sono stata una figlia difficile” (Foto)

Michelle Hunziker diventata mamma è cambiata, è cresciuta, ha smesso di essere la figlia terribile che racconta oggi (Foto). Al Corriere della Sera Michelle Hunziker, che da stasera ritroveremo nella nuova edizione di All Together Now, ha confidato il suo passato di figlia terribile. Lo fa oggi che è ben consapevole degli errori commessi e di quanto sia stata fortunata a non cadere in cose più grandi di lei. La sua vita non è stata semplice, nonostante appaia sempre così allegra e serena di dolori ne ha avuti tanti. E’ alla domanda sulla cosa più trasgressiva che abbia fatto nella sua vita che ha tirato fuori la sua adolescenza. Un dolore iniziato con la separazione dei suoi genitori: ha reagito ribellandosi. Suo padre aveva un problema con l’alcol e solo dopo ha capito la scelta di sua madre che adora. 

MICHELLE HUNZIKER: TUTTO E’ CAMBIATO CON LA NASCITA DI AURORA

“Facevo le cose stupide che si fanno a quell’età, esagerare con l’alcol, l’autostop di notte da Berna a Zurigo per andare in discoteca, me la sono rischiata parecchie volte. Sono stata una figlia difficile perché ero estremamente arrabbiata con tutti. Poi si cresce e si capiscono le cose. E poi sono diventata mamma presto, a 19 anni, e lì tutte le trasgressioni sono finite”. Magari non tutti gli adolescenti si comportano allo stesso modo se hanno un problema ma lei lo racconta parlando dei suoi casini da risolvere.

Oggi è una donna che ha conquistato tanto nella vita privata accanto a Tomaso Trussardi e con le piccole Sole e Celeste. E’ cresciuta in simbiosi con Aurora ma intanto ha malinconia, tristezza e nostalgia che non desidera mostrare alla gente, al pubblico che stasera avrà solo bisogno di sorridere e cantare. Stasera con All Together Now farà intrattenimento, nelle interviste oggi si racconta.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.