Federica Panicucci dopo l’incidente: “Spesso una distrazione può essere fatale” (Foto)

Federica Panicucci ha ancora le dita fasciate ma dopo l’incidente di lunedì scorso adesso è più serena, sorride e confida che il peggio è passato (foto). Le sue dita stanno guarendo in fretta, ringrazia tutti per l’affetto e per le domande. Che abbia avuto un incidente è evidente, ben sei dita fasciate a causa di una brutta ustione. Federica Panicucci ha avuto un incidente in casa, in cucina, era sola. Niente di grave per fortuna, ma sa bene che ha fatto una cosa davvero pericolosa e che le conseguenze potevano essere peggiori. L’aiuto di Marco Bacini al telefono e l’aiuto della farmacia a cui si è rivolta, poi le cure e adesso tutta l’attenzione necessaria alle sue mani. La Panicucci ha raccontato cosa è accaduto e il dolore quasi inspiegabile. Sul suo profilo social ha poi rivolto un messaggio a tutti.

COME STA FEDERICA PANICUCCI DOPO L’USTIONE?

“In tanti mi avete chiesto cosa fosse successo alle mie mani, in tanti mi avete scritto messaggi affettuosi. Grazie a tutti”. Il giorno dopo l’incidente abbiamo visto la conduttrice nello studio di Mattino 5, ovvio l’interesse di tutti nel vedere le sue dita fasciate. Aveva spiegato tutto poi sui social sorridendo ma ancora preoccupata.

Adesso invece va molto, meglio: “Oggi sorrido perché il peggio è passato e le mie dita guariscono velocemente. Spesso una distrazione può essere fatale e a me è successo così, lunedì, nella mia cucina di casa…
Non importa, è stato solo un brutto momento, io guardo avanti e dico… passerà!”.

Niente di grave ma quante volte capita in casa, soprattutto in cucina, di distrarsi e causare un danno, farsi male? Il messaggio della conduttrice è di fare attenzione, sempre. Magari a tanti è successa la stessa cosa: alzare la griglia dei fuochi subito dopo avere cucinato dimenticando che è incandescente.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.