Patrizia Pellegrino dopo l’asportazione del rene, la sua battaglia contro il tumore (Foto)

Continua ad essere una donna forte Patrizia Pellegrino, ne è consapevole oggi più che mai dopo l’asportazione del rene a causa di un tumore (foto). Patrizia Pellegrino ha scoperto la malattia dopo una Tac, da lì l’intervento, l’asportazione del rene. Tutto è iniziato i primi di febbraio e in breve tempo ha dovuto fare. Ne parla a settimanale Grand Hotel, lo fa adesso che sente il bisogno di chiarire un po’ tutto e mentre si prepara a partire per una vacanza, una crociera. Sul suo profilo Instagram la Pellegrino posta foto bellissime, prosegue il suo lavoro; tra le Storie Instagram le sue giornate. Ieri sera seguiva Sanremo con la sua famiglia, serena. Si fa aiutare in casa ma sta molto meglio, ha solo bisogno di una vacanza.

PATRIZIA PELLEGRINO CONTINUA LE CURE CONTRO IL CANCRO

Una Tac fatta per altri motivi e la scoperta che un rene andava asportato. Una cicatrice di sei centimetri ma non importa, c’è altro di ben più importante e Patrizia lo racconta. A 58 anni un altro colpo, un altro problema di salute, anche se sa che alla fine andrà tutto bene. Pensava di avere già pagato il prezzo della sua felicità quando è nata la figlia Arianna. Con la seconda figlia era finita in rianimazione per complicazioni.

“La tegola del tumore…” ma pensa che sia il destino che continua a metterla alla prova proprio perché lei è forte. E’ stato difficile restare sola in ospedale perché il covid non permette ai ricoverati di avere accanto la famiglia. Adesso però ha tutti accanto, anche l’amica Samantha Togni: “In questi giorni è venuta a trovarmi la mia amica Samantha assieme al marito e lui mi ha consigliato di mettere una pancera contenitiva per fare assorbire il gonfiore. Ma la ferita più grande ce l’ho alla testa”. 

La sua ferita più grande ce l’ha alla testa, sta infatti seguendo una terapia psicologica. La vacanza le farà di certo bene e si prepara a mostrare tutte di quelle giornate ai suoi follower. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.