Le labbra di Francesca Neri piene di cicatrici, spiega il motivo

Francesca Neri silicone labbra

Le labbra di Francesca Neri hanno cicatrici che ha voluto lei perché desiderava togliere le palline di silicone che ormai erano evidenti. Oggi ha capito che deve curarsi in modo diverso, ha paura di perdere la sua bellezza ma ha anche una consapevolezza diversa. La prevenzione, il regime di vita sano, Francesca Neri ha più paura di invecchiare che di morire ma ha anche tolto ciò che era artificiale. Alla rivista Oggi ha parlato della sua malattia, del libro che ha scritto per raccontare tutto il suo percorso, della paura di perdere suo figlio Rocco, e anche delle sue labbra. E’ sempre bellissima e adesso che ha tolto il silicone dalle labbra lo è ancora di più ma sono rimaste le cicatrici, forse quelle le ricorderanno per sempre la strada fatta per arrivare al presente.

Francesca Neri: “Oggi mi curo da dentro”

“Queste sono le mie labbra, con tante cicatrici – spiega a Oggi – Me le sono fatte aprire per eliminare le palline di silicone. Oggi mi curo da dentro, avendo capito quanto sono importanti la prevenzione e il regime di vita sano”.

Nel suo libro spiega anche che ha paura di invecchiare ma non di morire, quindi si cura perché non può fare altrimenti, fa attenzione alla vita che conduce e a ciò che mangia ma poi aggiunge che qualche vizio se lo concede. Non ha eliminato qualche bicchiere di vino rosso e le sigarette.

La moglie di Claudio Amendola ha attraversato anni durissimi: “In realtà ho sempre saputo che se c’era una possibilità di guarire, io l’avrei trovata. Oggi mi curo con il d-mannosio, che preserva la mucosa da eventuali batteri capaci di infiammarla, e una serie di sostanze naturali che aiutano a cicatrizzare le ferite della vescica”, il libro è stato per lei una terapia ma raccontando tutto della malattia è pronta ad aiutare le altre donne.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.