Belen confessa il difetto estetico che non vorrebbe avere

Belen Rodríguez si guarda allo specchio e a volte vede un difetto che ha imparato ad accettare
belen viso

In passato Belen Rodriguez non avrebbe mai parlato di uno suo difetto estetico, del difetto che proprio non vorrebbe ma che ogni tanto vede allo specchio. Belen è bellissima ma anche lei come tutte quando si osserva punta i suoi occhi su ciò che non le piace. Pensa di avere le guance grosse, pensa che quando mangia un po’ di più il suo viso si gonfia e la fa apparire come non vorrebbe essere. Le piacerebbe avere il volto più magro, gli zigomi più evidente con le gote non gonfie. E’ un difetto che non nota sempre ma che ha dovuto imparare ad accettare. A Le Iene Show intervista e si fa intervistare, parla dei problemi che la mente tira fuori anche quando non esistono. Belen Rodriguez confessa che dopo le due gravidanze ha fatto fatica a piacersi, questo mentre tutti l’abbiamo sempre ammirata ma lei credeva le dicessero che era bella solo perché è Belen. Non è contro i ritocchini, anche lei ha i suoi rimedi, non  è contro i filtri sulle foto, sui social, ma vanno usati con parsimonia, altrimenti si rischia di credere che somigliamo davvero all’immagine che creiamo.

Belen Rodriguez: “Vedo tante persone con il volto deformato”

“Io sono una che ne fa uso della chirurgia, però mi affido a persone che non ti devastano la faccia o che ti dicono: no, questo non ne hai bisogno” ma a 25 anni la Rodriguez si sentiva già vecchia, ammette che è stata malissimo, lo racconta mentre a Le Iene dialoga con una ragazza che soffre di dismorfofobia, un disturbo psicologico che non ti permette di vedere la realtà, una patologia che porta all’eccessiva preoccupazione per difetti fisici a volte immaginari.
Anche Belen ha dovuto lavorare molto, è andata in psicanalisi, ammette che ha iniziato la prima volta che ha chiesto il divorzio da Stefano De Martino.Non credevo più ai complimenti. Ho sofferto un sacco questo problema, ho iniziato a studiarmi, ho iniziato a fare psicoanalisi. Ho iniziato quando ho chiesto il divorzio la primavolta, che per me è stato un dolore incredibile, non riuscivo a superarlo. Poi ho smesso perché non avevo trovato lo psicoterapeuta giusto. Oggi ne ho un altro che adoro”.

Ognuno nota un proprio difetto, se esiste davvero si può migliorare, se diventa più di mente occorre rivolgersi alle persone giuste e non sempre i ritocchi fanno bene, spesso peggiorano. Accettarsi, amarsi e parlarne, condividere è sempre importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.