La rinuncia di Sarah Balivo al suo matrimonio, niente confetti da distribuire (Foto)


Per Sarah Balivo il suo matrimonio a Favignana è stato quasi perfetto, quasi perché c’è stata una piccola cosa a cui ha dovuto rinunciare (foto). La sorella di Caterina Balivo già lo scorso anno aveva iniziato a programmare tutto per le sue nozze, ben prima del lockdown, poi è andata come sappiamo e lei non si è mai arresa, pur preoccupata ci ha creduto fino in fondo. Il 18 luglio il suo sì in chiesa a Piero Cicconi, lo storico fidanzato, alla presenza di 80 invitati seguendo tutte le regole imposte dal periodo. Sarah Balivo ha rispettato le mascherine in chiesa, il distanziamento anche all’aperto, ha evitato il buffet al ricevimento e ha dovuto fare anche un’altra rinuncia. 

NIENTE CONFETTI PER SARAH BALIVO IN ABITO DA SPOSA

Nei suoi desideri da sempre c’era quello di distribuire al suo matrimonio i confetti. E’ una scena che ha visto nel Padrino, una scena che ha sempre amato ma ha dovuto rinunciare a quel gesto così tanto desiderato. E’ alla rivista Vanity Fair che Sarah Balivo ha raccontato delle sue nozze da favola ma un po’ complicare.

“Le distanze da rispettare rigorosamente in chiesa, la mascherina per tutti. L’abbiamo tolta solo per le foto. La festa è stata all’aperto, rispettando il distanziamento sociale. E nessuno degli ospiti poteva servirsi dai piatti di portata” poi ha spiegato la rinuncia: “Ho sempre amato una scena del Padrino, quella in cui la sposa va a distribuire i confetti, ma ho dovuto rinunciare”.

Spera di non dovere rinunciare al viaggio di nozze, l’hanno prenotato il giorno prima che Codogno diventasse il primo paese in Italia con un caso di coronavirus. Andranno alle Maldive e in Giappone, la partenza è prevista per il prossimo gennaio. 

Ultime Notizie Flash su Instagram

Leggi altri articoli di Coppie VIP

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close