Pioggia di critiche anche per Andrea Damante ed Elisa Visari volati nella Repubblica Domenicana

Il sole, il mare, l’oceano e tanta voglia di divertirsi…Andrea Damante ed Elisa Visari sono volati nella repubblica Domenicana come si evince dalle tante storie che sono postate questo pomeriggio sui social. Ma come è successo anche a Belen Rodriguez prima, i commenti contrari non sono mancati! Decine e decine di commenti da parte di chi non trova giusto che mentre in Italia si viva in zona rossa e non si possa passare da un comune all’altro, chi se lo può permettere può invece volare fino a Santo Domingo per prendersi il sole. Ma quello che più fa infuriare anche i follower dei vip è che si parli di viaggi di lavoro, mentre è chiaro, almeno per chi commenta, che si tratti di una vacanza. Molti quindi chiedono di essere meno ipocriti, altri persino dicono che non si dovrebbero postare le storie nel rispetto di chi non si può muovere!

Ma se non c’è reato, è chiaro che si possa fare di tutto e Andrea Damante ed Elisa Visari, come anche Antonino e Belen, non stanno di certo facendo nulla di male.

Andrea Damante ed Elisa Visari insieme nella repubblica Domenicana: pioggia di critiche

Andrea ed Elisa, arrivati oltreoceano qualche ora fa, hanno subito mostrato le immagini dei primi bagni al mare, delle corse in spiaggia. E hanno attirato l’attenzione di tutte le persone che non hanno affatto gradito queste immagini.

Il tenore dei commenti sotto il primo video postato sui social è questo: “Anche tu li x questioni lavorative con la fidanzata….giusto?! E gli [email protected]@ a casa “…

C’è però anche chi ricorda che se lo stanno facendo, è perchè è possibile: “In questo periodo i commenti cattivi viaggiano gratis!!Lo so che tutti siamo stufi ,stanchi …vogliamo tornare alla nostra vita!!Ma se il Lavoro le porta lontano da casa,fanno filmati..e perché evidentemente possono…Poi non mi sembra che solo loro …Viaggiano e filmano!!!Parere ovviamente personale!!Torneremo a viaggiare.. anche noi!!..“.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.