Oltre la soglia sospesa anche alla domenica: l’ultima puntata in seconda serata, decisione imbarazzante

Che l’Italia non sia un paese pronto per una fiction in cui si parla di argomenti delicati come le malattie mentali, è cosa abbastanza nota e lo dimostrano anche gli ascolti pessimi che Oltre la soglia ha incassato. Ed è anche cosa nota il poco rispetto che Mediaset ha per il suo pubblico. Perchè non è la prima volta che una fiction viene sospesa, bistrattata o spostata in seconda serata. E capita purtroppo anche con Oltre la soglia. La fiction, con Gabriella Pession protagonista è stata prima spostata alla domenica sera, lasciando il mercoledì a causa degli ascolti bassi, dopo la quinta puntata in onda domenica, ecco che si cambia ancora. Gli ultimi due episodi di Oltre la soglia andranno infatti in onda il 17 dicembre 2019 in seconda serata. Capirete bene che il pubblico preferirà di gran lunga vedere la serie in streaming quando sarà disponibile su Mediaset Play.

Ma quali sono stati i problemi di questa fiction, perchè non è mai decollata?

PROBLEMA ORARIO, COLLOCAZIONE E DURATA

Iniziamo con il problema che TUTTE le fiction e anche i programmi di Canale 5 hanno ( e la Rai sta prendendo la stessa strada, speriamo si cambi il prima possibile). Oltre la soglia è andata in onda dalle 21,45 nelle prime puntate, un orario imbarazzante e anche se domenica è iniziata alle 21,20 il danno era ormai già fatto, arrivando alla quinta puntata. Ne consegue che la fiction duri circa fino a mezzanotte, impensabile per un prodotto comunque molto delicato.

IL PUBBLICO DI CANALE 5

Ebbene si, il pubblico può essere un problema. Se lo zoccolo duro è quello che ama il trash, quello che cerca un tipo di programma, quello che si esalta solo per fiction come Rosy Abate, allora qui c’è un grande, grandissimo problema. E se Mediaset stava cercando di cambiare, forse troppo tardi dopo anni di Segreto e Una vita in prima serata, è chiaro che l’esperimento è davvero fallito.

IL DELICATO TEMA TRATTATO: LE MALATTIE MENTALI SONO ANCORA UN TABU?

La fiction avrebbe potuto realmente avere uno scopo, anche pedagogico. Poteva essere un esempio, poteva essere un modello. Poteva essere di aiuto alle famiglie o magari ai ragazzi che soffrono di determinate problematiche. Ed ecco che invece si cambia canale di fronte a una storia forte, troppo forte, per una prima serata. Perchè le malattie mentali, dobbiamo ammetterlo, in Italia, sono un tabù.

Un vero peccato che questa fiction fatta da attori con grande esperienza e attori molto giovani ma di grande talento, non abbia trovato la sua giusta collocazione. Ripeteremo fino allo sfinimento che se fosse andata in onda in Rai avrebbe fatto ben altri ascolti, ma ormai lo diciamo spesso, quando su Canale 5 arrivano prodotti di livello come lo sono stati Oltre la soglia e Il Processo.

IL PUBBLICO CHE SCAPPA: IL TRIONFO DEL PREGIUDIZIO

Non c’è fiducia, in un’altra fetta di pubblico per la quale Canale 5 è una sorta di Satana. Il pubblico scappa, perchè ha già etichettato il canale come qualcosa di trash, come un canale che, a differenza delle reti Rai, non potrà mai dare nulla di buono. E’ il trionfo del pregiudizio.

Noi però un consiglio ve lo diamo: rivedetevi questa fiction in streaming e ne apprezzerete davvero tutte le grandi qualità compresa una strepitosa interpretazione di Gabriella Pession che veste i panni di Tosca, il primario del reparto di psichiatria.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.