La legge di Lidia Poët con Matilda de Angelis arriva su Netflix: la storia della prima avvocatessa donna in Italia

La legge di Lidia Poët sta per arrivare su Netflix: Matilda de Angelis è una delle prime donne a laurearsi in Italia in giurisprudenza e a diventare poi una avvocatessa
la storia di lidia poet

Nel giorno di San Valentino su Netflix arriva una serie da non perdere, soprattutto per il pubblico italiano. E’ La legge di Lidia Poët, la serie in 6 episodi, prodotta da Matteo Rovere, una produzione Groenlandia, e creata da Guido Iuculano e Davide Orsini. La serie debutterà il 15 febbraio 2023 su Netflix in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo. Matilda De Angelis è Lidia Poët, la prima donna in Italia ad entrare nell’Ordine degli Avvocati. La bravissima attrice italiana, veste questa volta i panni di una donna che ha fatto in qualche modo la storia, con un salto indietro nel tempo. Un tuffo nel passato, con Matilda in abiti d’epoca.

Lidia Poët rese importanti contributi per la realizzazione dell’attuale diritto penitenziario. Partecipò attivamente alla realizzazione del programma del Primo Congresso delle donne italiane tenutosi a Roma nel 1908. Sull’enciclopedia delle donne, si legge: “Alla sua laurea, conseguita nel 1881 a Torino con il massimo dei voti, diede ampio risalto un giornale femminile militante dell’epoca, «La donna» parlando della grande prova di forza «ch’essa diede nel superare tutti quegli ostacoli che ancor si oppongono alla donna perché ella possa, pari al suo compagno, darsi, quando la vocazione e l’intelligenza superiore ve la chiamino, agli studi scientifici, letterari, a quegli studi in una parola che furono e pur troppo ancora sono riservati esclusivamente all’essere privilegiato che si chiama uomo».
Dopo la laurea, Poët svolse per due anni la pratica forense, indispensabile per il superamento degli esami da procuratore legale. Appena superato l’esame chiese l’iscrizione all’Albo degli avvocati e dei Procuratori legali.

Matilda De Angelis avà appunto il ruolo della protagonista. Al suo fianco un altro attore italiano molto apprezzato, già visto in fiction e serie tv di successo. Parliamo di Eduardo Scarpetta che vestirà i panni del giornalista Jacopo Barberis. Pier Luigi Pasino è Enrico Poët, fratello di Lidia, mentre Sara Lazzaro e Sinéad Thornhill sono rispettivamente Teresa Barberis, moglie di Enrico, e Marianna Poët, la loro figlia. Dario Aita è Andrea Caracciolo.

La serie è diretta da Matteo Rovere e Letizia Lamartire e scritta da Guido Iuculano, Davide Orsini, Elisa Dondi, Daniela Gambaro e Paolo Piccirillo.

La legge di Lidia Poët: la trama della fiction di Netflix

SINOSSI: Torino, fine 1800. Una sentenza della Corte d’Appello di Torino dichiara illegittima l’iscrizione di Lidia Poët all’albo degli avvocati, impedendole così di esercitare la professione solo perché donna. Senza un quattrino ma piena di orgoglio, Lidia trova un lavoro presso lo studio legale del fratello Enrico, mentre prepara il ricorso per ribaltare le conclusioni della Corte. 

Attraverso uno sguardo che va oltre il suo tempo, Lidia assiste gli indagati ricercando la verità dietro le apparenze e i pregiudizi. Jacopo, un misterioso giornalista e cognato di Lidia, le passa informazioni e la guida nei mondi nascosti di una Torino magniloquente. La serie rilegge in chiave light procedural la storia vera di Lidia Poët, la prima avvocata d’Italia. 

La legge di Lidia Poët: il primo teaser

L’appuntamento è quindi su Netflix per il 15 febbraio 2023.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.