Un medico in famiglia 7: Margot Sikabonyi racconta dei suoi attacchi di panico

Un medico in famiglia 7 sta riscuotendo anche in questa ultima edizione il successo di sempre. Merito soprattutto degli attori protagonisti che ormai da anni abbiamo imparato ad amare. Alcuni sono davvero cresciuti con i loro personaggi, proprio come Maria, Margot Sikabonyi.

Maria Martini da adolescente a donna adulta è sempre stata tra i personaggi più presenti di Un medico in famiglia, così saggia e forte anche da giovanissima. Ma di recente Margot ha svelato che il suo ruolo nell’amata serie tv non è riuscita sempre ad amarlo, anzi.

C’è stato un periodo in cui non apprezzava affatto che il pubblico confondesse il ruolo televisivo da quello reale, della sua vera vita. La gente la fermava per strada chiamandola con il nome Maria e così lei è scappata lontano da tutti.

Ma quel fastidio nascondeva un disagio e non era certo l’affetto dei telespettatori a farle del male, ma gli attacchi di panico di cui soffriva e che non le lasciavano vedere quale fosse la strada giusta da percorrere.

Margot racconta che era all’apice della sua notorietà, raggiunta proprio grazie a Un medico in famiglia, quando sono iniziati i suoi disturbi. In tanti le proponevano diversi ruoli da interpretare ma lei ha dovuto il più delle volte rifiutare.

Stava passeggiando, quando un giorno si sentì soffocare, iniziò a sudare e a sentirsi confusa, sentiva di non avere più il controllo totale del suo corpo, poi passò e diede poca importanza all’accaduto. Pochi giorni dopo ebbe un altro attacco di panico e poi ancora altri.

Spiega che non riusciva a comprendere il perché di un simile malessere. Oggi Margot è riuscita a superare tutto e ringrazia il suo ex fidanzato Pietro Sermonti e lo psicanalista che l’ha aiutata a scoprire cosa inconsciamente l’angosciasse e la rendesse così fragile.

Stefania Longo

Seguici anche su Instagram

One response to “Un medico in famiglia 7: Margot Sikabonyi racconta dei suoi attacchi di panico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.