Film stasera in tv, Era d’estate su Rai1: Falcone e Borsellino nel ritiro forzato dell’Asinara

A 25 anni dalla morte di Falcone e Borsellino, la Rai continua a omaggiare questi due grandi uomini e lo fa proponendoci un film tv in una serata che racconta di un momento particolare della vita dei due giudici e della loro carriera. E’ il momento in cui i due giudici si ritrovano con le loro famiglie nel ritiro forzato dell’Asinara nel 1985. Era d’estate, è questo il titolo del film tv in onda oggi 29 maggio 2017 su Rai1.  Continua quindi l’omaggio della Rai a due uomini che non dobbiamo dimenticare. Era d’estate è un film di Fiorella Infascelli con Giuseppe Fiorello, Massimo Popolizio, Valeria Solarino e Claudia Potenza. Un racconto intimo e familiare del ritiro forzato nel 1985 dei due giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, con le proprie famiglie, all’isola-bunker dell’Asinara.  In questo particolare racconto non rivivremo solo i pensieri, le ansie e la voglia di smantellare la mafia di Falcone e Borsellino, ma avremo anche un punto di vista diverso sulle loro famiglie. Perchè a essere in ritiro non erano solo i due magistrati ma anche le persone che hanno scelto di condividere con loro questa vita, e i figli che si trovano invece a subire le scelte di due padri coraggiosi. Scopriamo maggiori dettagli con la trama del film in onda oggi su Rai1. 

FILM STASERA IN TV, ERA D’ESTATE IN ONDA SU RAI1 PER RACCONTARCI UN PEZZO DI VITA DI FALCONE E BORSELLINO

L’Asinara, 1985. In una notte come tante sbarcano sull’isola Giovanni Falcone e Paolo Borsellino con le proprie famiglie. Il trasferimento è improvviso, rapido, non c’è nemmeno tempo di fare i bagagli, d’altronde la minaccia, intercettata dai Carabinieri dell’Ucciardone, è grave: un attentato contro i due giudici e i loro familiari partito dai vertici di Cosa Nostra. È un’estate calda, come non se ne vedevano da tempo, e nella piccola foresteria di Cala D’oliva, i due magistrati e le loro famiglie vivono completamente isolati dalla piccola comunità di civili dell’Asinara, controllati a vista da una pilotina e dalle guardie penitenziare.

La Rai sceglie ancora una volta una storia degli italiani da raccontare con un film in prima serata e sceglie un cast eccellente per questo racconto molto intimo che ci mostrerà forse un lato inedito dei due giudici che hanno perso la vita per combattere contro la mafia in un paese in cui eroi si diventa troppo spesso solo dopo la morte, in un paese in cui a volte lo stato ti volta le spalle. Appuntamento su Rai1 oggi alle 21,20 subito dopo i Soliti Ignoti. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.