Antonella Clerici con Mara Venier, Serena Rossi e Gigi D’Alessio le emozioni alla Festa di Natale Telethon 2018

Antonella Clerici ha scelto il rosso del suo abito per la serata dedicata a Telethon ed è stata perfetta in ogni suo gesto, solo lei poteva sostituire Fabrizio Frizzi e l’ha fatto nel modo migliore possibile (foto). Tantissimi come sempre gli ospiti della serata dedicata alla solidarietà, 45510 il numero per donare con un sms. “Accendiamo il Natale tutti insieme” mentre Fabrizio Frizzi di certo seguirà da qualche parte tutto e accanto ad Antonella Clerici arrivano Mara Veneir, Flavio Insinna, Gigi D’Alessio, Luca Zingaretti, Serena Rossi, Paolo Belli, Milly Carlucci e tanti altri, tutti uniti per lo stesso motivo, ognuno con il messaggio rivolto alla speranza, alla ricerca, alla richiesta di aiuto. “Cosa hai chiesto quest’anno per Natale” chiede Antonella a Mara Venier che risponde “Non ho chiesto niente, sono molto felice di quello che ho” ma chiede a tutti di aiutare i bambini a guarire, il suo filmato riguarda proprio i piccoli guariti.

ACCENDIAMO IL NATALE CON ANTONELLA CLERICI E TELETHON

Flavio Insinna legge un monologo scritto da un uomo che ha la fibrosi cistica, 45510 è il numero con cui possiamo donare e dobbiamo farlo tutti perché non basta solo emozionarsi guardando la tv. Il contatore continua a girare e in collegamento da teatro anche Vincenzo Salemme desidera dare il suo contributo, così come Massimo Boldi e De Sica che finalmente rivelano che il primo a fare il passo per la pace è stato Boldi. Gigi D’Alessio racconta la storia di Raffaè che riesce a camminare da solo ed è riuscito a seguire una terapia a Pozzuoli. (L’abbraccio tra Antonella Clerici e Fabrizio Frizzi ieri sera)

Anche Luca Zingaretti emoziona con un monologo che racconta la storia di due genitori che lottano per le cure dei loro figli; la loro morte dalla diagnosi sembrava certa ma continuano a lottare. Meravigliosa Serena Rossi che diventa Mary Poppins anche per Telethon e porta la magia per tutti, soprattutto ai bambini che soffrono e ai loro genitori, ma non basta quindi 45510.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.