Annalisa Minetti insultata sul web, Lisa Fusco minacciata di essere sfregiata: a Storie Italiane la denuncia (Foto)

storie italiane lisa fusco

Sono molti i vip finiti nella rete degli odiatori sul web, bisogna denunciare e anche oggi a Storie Italiane con le testimonianze di Lisa Fusco e Annalisa Minetti si è parlato ancora di minacce e insulti (Foto). Ovviamente c’è differenza tra commenti pesanti, offese e minacce ma tutto questo dovrebbe sparire, la soluzione è possibile e la ripetono ormai tutti i personaggi famosi vittime. La Minetti è stata fin troppo carina nel riferire quali sono le offese che ha ricevuto più volte, riguardano il suo essere mamma, per gli haters lei essendo cieca non può fare da mamma ai suoi figli, per altri lei mente, vede, altrimenti non potrebbe crescere i suoi bambini. Sono offese che ripetute nel tempo sono ancora più terribili. In studio a Storie Italiane anche Lisa Fusco, per lei ci sono state minacce che l’hanno spaventata, per questo ha denunciato.

COSA FARE PER FERMARE GLI HATERS SUL WEB?

Lo chiede Eleonora Daniele a tutti i suoi ospiti di oggi sottolineando che per sua esperienza sono le donne a essere più spesso vittime di tutto questo. Lisa Fusco ha temuto che davvero la sfregiassero con l’acido, che le facessero del male come più volte le avevano scritto. Avrebbe accettato qualunque insulto su se stessa ma non le minacce, ha denunciato e da quel momento qualcosa è cambiato ma non può bastare.

FRANCESCA BARRA LA SUA LOTTA CONTRO GLI ODIATORI SUL WEB

Perché c’è chi sui social scrive cose del genere? Per Nadia Rinaldi è frustrazione e rabbia da scaricare contro chi è in qualche modo più visibile. Marco Castoro ripete: “Vanno allontanati dai social bisognerebbe fornire i documenti quando ci si iscrive sui social. Bisogna denunciare con una querela, bisogna identificare queste persone, deve diventare una prassi. Se ne parla e bisogna continuare a farlo fino alla soluzione.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.