Giovanna Botteri sempre in prima linea spiega come la Cina supera il Covid

La ricordiamo tutti Giovanna Botteri in Cina quando è scoppiato il Covid, quando la paura è diventata uguale per tutti. Giovanna Botteri richiama l’attenzione sul come la Cina abbia in parte sconfitto il coronavirus: “In Cina non ci sono più contagi locali ci sono solo contagi da importazione e appena si scoprono dei contagi immediatamente la città viene tutta controllata, tutti vengono sottoposti al tampone in cinque giorni e questa è un’arma fortissima”. A differenza dell’Italia che è ostile all’App Immuni e la Botteri ne comprende la motivazione ma è quello il modo per uscirne, perché il tracciamento elimina la vera forza del virus che è quella di essere invisibile. “Comprendo perché è un controllo molto forte, è la limitazione della libertà individuale ma bisogna dire che ha funzionato”.

GIOVANNA BOTTERI I VACCINI PRONTI IN CINA

E’ sempre stata in prima linea e ammette che ha sempre avuto paura, adesso come quando era a Sarajevo: “Solo gli stupidi non hanno paura, la paura poi serve perché è una cosa buona, ti fa essere prudente e rischiare meno la vita”. Potrebbe raccontare tante cose ma l’interesse cade sui vaccini, è questo il nostro incubo quotidiano. “In Cina ci sono tre vaccini alla fase finale, vuol dire che ci sono già migliaia di persone che l’hanno ricevuto. La Cina scommette sul vaccino che è sicura sarà approvato e avranno subito più di 1 miliardo di dosi da dare e distribuire”.

LA PANDEMIA HA CAMBIATO TUTTI

“Secondo me ha cambiato tutti e la rimozione è stato il tentativo disperato per dire che non ci ha cambiato e che la vita sarebbe tornata come prima ma purtroppo non è così. Da una parte sono più fragile perché capisci quanto contino i legami che non puoi ritrovare quando sei lontana. Dall’altra parte più forte perché capisci quali sono i rapporti essenziali che terrai tutta la vita e altri di cui potrai fare a meno. Ma non tornerà come prima, noi dobbiamo abituarci a questo e tirare fuori la forza”. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.