Renato Zero commosso per il suo pubblico: “E’ la ragione primaria, oltre c’è il silenzio” (Foto)

Un’intervista di Mara Venier a Renato Zero che è andata ben oltre il racconto di una vita, della carriera, delle nuove canzoni: ha commosso tutti e soprattutto lui, Renato Zero (Foto). Immagini del passato oggi ancora più emozionanti, quel grazie che lui ha sempre detto con immenso amore urlando al pubblico di non dimenticarlo. Quanto è importante per Renato Zero il pubblico? Non riesce a parlare, la sua emozione arriva a tutti, Mara Venier non sa cosa dire, anche lei sorpresa da quelle lacrime così vere: “E’ la ragione primaria, oltre c’è il silenzio” spiega l’artista che si alza n piedi, si inchina ancora una volta a chi l’ha seguito sempre, applaude a chi ha consegnato la sua eredità scritta su un pentagramma. “Non è marginale, la musica non è leggera, è la musica delle anime, della crescita, della guerra… queste canzonette hanno fatto delle cose al suo passaggio veramente meravigliose”. Ognuno ha una canzone di Renato che preferisce, una frase che smuove qualcosa dentro più delle altre e Mara Venier ai versi “Ti darei gli occhi miei per vedere ciò che non vedi” dà il potere più alto.

RENATO ZERO RICORDA I GRANDI DELLA MUSICA ITALIANA

Nei giardini che nessuno sa è la canzone a cui la Venier si riferisce ma Renato Zero sente di essere un piccolo esempio e nomina gli altri grandi della musica italiana. “Fabrizio De Andrè, Gino Paoli, Sergio Endrigo, Domenico Modugno, Umberto Bindi, Lucio Battisti, Lucio Dalla e tanti altri” alcuni abbiamo la fortuna di averli ancora, altri restano nella storia della musica ma per Renato i grandi esempi come loro sono sempre meno nel nostro Paese.

“Io sono stato un piccolo esempio, una piccola luce nel buio ma loro sono un faro”. Con le sue nuove canzoni Zero chiude la trilogia di Zerosettanta e inizia un altro viaggio. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.