Serena Bortone a Morgan: “Perché ti fai ferire dagli altri?”

A Oggi è un altro giorno tutti dalla parte di Morgan: la domanda di Serena Bortone, la difesa di Simone Di Pasquale
morgan bortone

I protagonisti di Ballando con le Stelle tornano a Oggi è un altro giorno e il primo è Morgan a cui Serena Bortone ha un po’ di domande da fare mentre lui vorrebbe solo cantare, anche se a lei racconta tutto, con calma. In studio ai due lati di Morgan ci sono Paolo Belli e Simone Di Pasquale, alle spalle c’è Gilles Rocca e al piano Memo Remigi, tutti molto comprensivi con lui, anche Serena Bortone, una delle poche capace di tenergli testa senza fargli perdere il controllo. “Perché ti fai ferire dagli altri?” gli chiede la conduttrice pronta ad aggiungere: “Se invece lo fai per lo show allora mi taccio”. La risposta di Morgan invece è seria, come la domanda di Serena che insiste: “Perché ti ferisce se sei così amato dal pubblico?”.

Per Morgan anche la difesa di Simone Di Pasquale

“Mi ferisce perché sto sul livello della verità ed è una cosa difficile comprendere. E’ giusto che mi ferisca una cosa che è contro di me e che mi faccia contento ciò che è in mio favore”.

Interviene Simone Di Pasquale che è sempre rimasto fuori da certe discussioni, ma adesso la gara è finita: “Marco è un nervo scoperto e quindi dove vai a toccare lì non ha filtri ed ecco perché lui è così”.

Anche Paolo Belli sembra dalla sua parte, non aveva bisogno di Ballando per capire chi è Marco Castoldi. Memo Remigi lo conosce da sempre, per lui ha sempre e solo parole d’affetto.

La Bortone però insiste, desidera capire perché il cantante si arrabbia tanto per una gara di ballo. “Non sono uno che si arrabbia per niente ma se mi insulti perché non posso reagire… La Rai e la mia vita non sono un gioco. Sai quanto ho studiato per potere essere quello che sono? Io ho studiato e continuo a farlo, io torno a casa, studio e suono e non credo mai di sapere niente perché più apprendo e più dico che questa cosa non la sapevo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.