Kledi Kadiu spiega come sta il figlio, il piccolo Gabriel

Kledi Kadiu spiega come sta suo figlio Gabriel dopo la diagnosi
Kledi Kadiu figlio

 

Come sta il figlio di Kledi Kadiu? E’ la domanda che alla fine dell’intervista Serena Bortone porge al suo ospite, l’amato ballerino. E’ tenero l’imbarazzo di Kledi, stringe il cuore il suo sguardo e il suo cercare le parole per parlare del suo bambino ma alla fine le trova: “Gabriel sta meglio”. Kledi Kadiu ospite a Oggi è un altro giorno questa volta non è con sua moglie ma sia lui che la splendida Charlotte Lazzari hanno parlato più volte della malattia del figlio, hanno mostrato dolore e forza, hanno spiegato che Gabriel soffre di meningo-encefalite, parole che spaventano ma che Kledi e Charlotte hanno saputo affrontare. Un dramma che si è abbattuto sulla famiglia, anche sulla piccola di casa, la loro bellissima primogenita.

Kledi Kadiu forte con sua moglie

Al di là della medicina c’è la forza dell’amore, è con queste parole che l’ex ballerino di Amici spiega come hanno affrontato e affrontano la malattia del figlio. Sa bene che è sull’amore che riescono a dare a Gabriel che tutto prosegue. Hanno trovato un nuovo equilibrio con la loro primogenita, tutti e tre uniti per aiutare il piccolo di casa. Così fa una vera famiglia e Kledi può dire che suo figlio sta meglio.

Tra lui e sua moglie non c’è il più forte, sa bene che a volte lo è lei, altre lui, così si sostengono a vicenda nei momenti più duri. Gli sembra strano dirlo ma la preoccupazione per ciò che sarebbe stato li ha resi più forti, sono invincibili adesso. Non è semplice e non lo sarà mai, qualcosa è cambiato ma non dimenticano le parole di qualche mese fa: “Gabriel è sopravvissuto e dopo oltre un mese e mezzo di ricovero in terapia intensiva e tanti, tantissimi esami siamo tornati a casa, consapevoli che il percorso di ripresa sarebbe stato lungo e impegnativo” e lo sarà ancora ma con amore, quello più grande.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.