Le noci ci salvano la vita: tutte le malattie che si evitano mangiandole

Il consumo di frutta secca, noci in particolare, riduce il rischio di sviluppare gravi malattie come quelle cardiache e cardiovascolari, l’ictus e il cancro. Una ricerca condotta dai ricercatori dell’Imperial College di Londra e dell’Università Norvegese di Scienze e Tecnologia, ha confermato i risultati di altri studi sulle proprietà benefiche di noci, nocciole e arachidi. Chi consuma una manciata di questa frutta secca al giorno ne trae grossi benefici. In particolare un pugno di noci al giorno può ridurre del 30% il rischio di malattie coronariche, cardiache e cardiovascolari, del 15% quello di cancro e del 22% quello di morte prematura. La ricerca ha rivelato che i benefici delle noci non si fermano ai soli ambiti cardio-circolatorio e oncologico. Infatti, le noci, tengono sotto controllo anche alcune patologie respiratorie: 20 gr di noci al giorno, riducono del 50% il rischio di morte. In più questo tipo di frutta secca abbassa del 40% le possibilità di sviluppare il diabete. I risultati di questa ricerca sono stati pubblicati sulla rivista BMC Medicine e si basano sull’analisi di 29 studi precedenti. In tutto, i soggetti coinvolti hanno raggiunto quota 819mila. Di questi, 12mila presentavano malattie coronariche, 9mila ictus, 18mila malattie cardiovascolari e cancro e, più di 85mila morti. I dati ottenuto hanno parlato chiaro: sebbene siano state rilevate delle differenze legate a genere sessuale, regione di provenienza e altri fattori di rischio, il consumo di noci abbassa il rischio di malattia. Dagfinn Aune della School of Public Health presso l’Imperial College, ha spiegato che fino ad ora la maggior parte degli studi mirava a rilevare eventuali connessioni tra il consumo di noci e lo sviluppo di malattie cardiache, di ictus e cancro. Ma adesso i ricercatori hanno dimostrato che esiste un “vero e proprio rapporto di fondo tra il consumo di noci e diversi risultati di salute”. L’esperto ha sottolineato gli effetti benefici riscontrati sono stati notevoli, considerando le piccole quantità di noci. A quanto pare poi, gli stessi benefici, possono essere apportati anche da altri tipi di frutta secca come arachidi e nocciole. Aune ha aggiunto che noci e arachidi sono alimenti ricchi di fibre, magnesio e grassi polinsaturi, tutti elementi che riducono i livello di colesterolo e abbassano il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. “In particolare noci e noci pecan, sono anche ricchi di antiossidanti, in grado di combattere lo stress ossidativo, ed eventualmente ridurre il rischio di cancro”. In ultimo Aune ha spiegato che esistono delle evidenze che fanno pensare che il consumo di noci possa ridurre il rischio di obesità nel corso del tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.