Amputazione, arriva la mano bionica che restituisce il tatto

E’ possibile riavere il tatto in seguito all’amputazione di un arto? Da oggi sì. Sta per arrivare infatti la mano bionica che restituisce il tatto. Il primo esperimento al mondo, avverrà a Roma, su un ragazzo di 20 anni che perse l’arto in seguito ad un incidente. Il trapianto della mano bionica sarà effettuato entro il 2013. Si tratta di una novità importantissima per coloro che si ritrovano a perdere un arto in seguito a problematiche gravi. Riottenere la sensibilità, oltre a migliorare la qualità della vita dei pazienti, consente anche di far diminuire i rischi di rigetto.La mano bionica in grado di restituire il tatto, benchè progettata in Svizzera, costituisce un successo tutto italiano, in quanto è stato proprio un medico del nostro Paese ad averla messa a punto. Il suo nome è Silvestro Micera, ricercatore presso l’Ecole Polytechnique Federale di Losanna. Sarà lui ad effettuare il trapianto della mano bionica in grado di restituire il tatto.

E’ stato lo stesso Silvestro Micera ad aver dato l’annuncio a Boston, in occasione del meeting dell’American Association for the Advancement of Science. Come farà questa nuova mano bionica a restituire il tatto a persone che hanno subito l’amputazione di un arto?

Il tutto sarà possibile grazie a degli elettrodi collegati al mediano e all’ulnare, cioè ai due nervi principali del braccio. La mano sarà dunque direttamente collegata al sistema nervoso dell’individuo, rendendo così possibile sia controllarla con il pensiero, sia inviare segnali tattili, grazie a sensori presenti sulla superficie. Avendo maggiori sensazioni dall’arto, si ridurranno molto le possibilità di non accettazione della mano bionica.

Siamo di fronte ad una vera rivoluzione della medicina, che richiede maggiori studi per poter essere perfezionata al meglio, arrivando così a costituire una soluzione permanente per coloro che decidono di sottoporsi al trapianto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.