L’amministratore di Vincenzo Marra aprirà il Festival del Film di Roma

Il Festival Internazionale del Film di Roma si terrà dall’8 al 17 novembre. La manifestazione è giunta alla sua ottava edizione che come di consueto si svolge presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, teatro di numerosi eventi come il recentissimo Roma Fiction Fest, da poco concluso. Ad aprire questa nuova manifestazione internazionale, per quanto riguarda la categoria Cinema XXI ci sarà il nuovo film di Vincenzo Marra, L’amministratore. In questa categoria gareggiano una serie di pellicole dedicate alle nuove correnti del cinema mondiale, senza alcuna distinzione di genere e di durata, tutti esclusivamente in anteprima mondiale, ad eccezione di alcuni. E tra le 18 produzioni scelte, ci sarà proprio L’Amministratore, che aprirà il Festival l’8 novembre, durante la serata di gala per l’avvio della manifestazione. Questo film racconta di Napoli, città del regista, e viene fatta una carrellata sui alcuni luoghi, come lo stadio, il tribunale, le fabbriche e il carcere, per capire quale sia il posto più adatto da cui ripartire per una rinascita. Marra ha detto: ” Mi è venuto in mente che il nuovo luogo avrebbe dovuto essere la casa. Volevo entrare nelle case delle persone, per capire come stanno veramente le cose e come è la situazione”. Il regista prosegue dicendo: “Molti spettatori mi chiedono come faccio a scrivere sceneggiature così accurate. I miei film non hanno sceneggiatura, sono come una jam session a cielo aperto che io, il mio operatore e i miei protagonisti affrontiamo spontaneamente. Le storie si coagulano e si sciolgono seguendo un ritmo naturale. Mi pongo in una posizione d’ascolto per raccontarle al meglio. Credo che in Italia oggi sia questo il cinema piu’ adatto a mettere in scena un Paese che cambia instancabilmente. Con il mio quinto capitolo di film documentari dedicati a Napoli, ho seguito un incredibile amministratore di condominio. Grazie a lui e fedele al mio stile, sono riuscito ad entrare nelle case delle persone, quelle ricche e quelle povere, in una Napoli ai tempi della crisi, in ogni caso vitale, arrabbiata, esagerata ma sempre sorprendente.” Sono contento ed eccitato di vivere, per me e per il mio film, la nuova esperienza del Festival di Roma”. Il protagonista del film infatti, come fa intuire il titolo stesso della pellicola, è un amministratore di diversi condomini partenopei, Umberto Montella, il quale affronta le giornate tra la sua famiglia, lo studio, le riunioni, gli appuntamenti con i condomini e i problemi che possono affiorare ogni giorno. Tutti i clienti che incontrerà nella sua quotidianità in qualche modo racconteranno una parte dell’Italia, nella fase storica che stiamo vivendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.