Michael Douglas choc: ha mentito sul suo cancro

La notizia ha del clamoroso: Michael Douglas non ha detto la verità sulla sua malattia dichiarando di aver mentito sul suo cancro. È stato il Guardian a svelare che l’attore non ha sofferto di un tumore alla gola bensì di uno alla lingua. Infatti, nel maggio 2013 in un’intervista al Guardian spiegò che il suo cancro era dovuto al papillomavirus. L’icona degli anni ’80 ha confermato la notizia nel corso di uno show tv legato alla settimana di sensibilizzazione per il cancro negli uomini Michael Douglas era in studio insieme al collega Samuel L. Jackson e ha spiegato di non aver potuto annullare il tour promozionale prima dell’uscita del film “Wall Street”. Il chirurgo gli ha spiegato che avrebbe dovuto dire al mondo di avere un tumore alla gola. Questo perché altrimenti l’operazione gli avrebbe tolto parte della mascella e un pezzo di lingua. Incredulo, l’attore ha così mentito sul suo cancro, dicendo di averlo alla gola e non alla lingua. Non è chiaro se i motivi che l’hanno portato a mentire fossero per salvaguardargli la carriera o solamente per pudore, comunque il marito di Catherine Zeta-Jones si è dichiarato dispiaciuto per aver mentito a tutti sul suo cancro. Michael Douglas, 69 anni, scoprì nel 2010 di avere un cancro al quarto stadio dopo una serie di diagnosi errate. A salvargli la vita è stato un medico specialista di Montreal (Canada) che ha scoperto la gravità della sua malattia dopo aver guardato nella sua bocca usando un semplice abbassalingua. Il dottore notò il tumore grande quanto una nocciolina, cosa che altri medici (tra i più rinomati al mondo) non erano riusciti a fare. Così dichiarò subito che la celebrità di Hollywood necessitava di una biopsia urgente. Ora le sue condizioni sono migliorate e, anche se sarà difficile vederlo presto al cinema, l’importante è che la sua salute venga tutelata.

One response to “Michael Douglas choc: ha mentito sul suo cancro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.