Scamarcio: tradito nel film di Rocco Papaleo

Rocco Papaleo è pronto a tornare al cinema il 17 ottobre 2013 con il suo nuovo film Una piccola impresa meridionale. Si tratta della seconda pellicola firmata dal regista lucano, dopo il successo di Basilicata Coast to Coast. Rocco Papaleo però oltre ad occuparsi della regia fa anche parte del cast assieme a Riccardo Scamarcio, Barbora Bobulova e Sarah Felberbaum. Le figure principali del film sono un ex prete che è appunto interpretato da Papaleo, un marito tradito che è Riccardo Scamarcio e un ex prostituta che è personificata da Barbora Bobulova. La trama di Una piccola impresa meridionale ruota tutta attorno a Don Costantino, un ex prete, che proprio per questa sua scelta viene confinato dalla mamma a vivere in un faro abbandonato, vecchio e lontano da tutti, proprio per evitare che in paese circoli la voce sul fatto che lui abbia dismesso le vesti di prete. Mamma Stella, così si chiama la mamma di Don Costantino, maestra elementare e molto cattolica, infatti non può sopportare un nuovo scandalo in paese, dopo esserne stata già protagonista a causa della figlia. Quest’ultima ha infatti lasciato suo marito Arturo, Riccardo Scamarcio, per fuggire con un altro uomo misterioso. Ed ecco che il faro su cui è costretto a vivere l’ex prete, diviene luogo d’incontro di personaggi sempre più strani, trasformandosi in un posto dove rifugiarsi in seguito ai propri peccati commessi. Ci vivranno allora Don Costantino, l’ex cognato Arturo e una ex prostituta. A raggiungere l’allegra compagnia arriverà poi anche una ditta di ristrutturazioni a dir poco strana. Il titolare è portavoce di una filosofia pratica, la sua assistente ha dieci anni e non si sa perchè non vada a scuola, il manovale Jennifer in realtà si chiama Gennaro ed ha un’indole da acrobata, i loro prezzi sono buoni e tutti insieme lavoreranno alla riparazione del tetto. Una piccola impresa meridionale è un film tutto da ridere…e per riflettere. 

 

Guarda anche le foto di Giulia Calcaterra e Alessia Reato:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.