Renato Zero: in uscita il suo nuovo disco pensato per i giovani

Lo sostiene lo stesso Renato: c’è un tempo per ogni cosa. Adesso è giunto il tempo per Renato Zero di “Amo – Capitolo II”, secondo disco di inediti in sette mesi. E’ un disco di 15 tracce firmate con Mariella Nava, Danilo Madonia e Maurizio Fabrizio. Renato racconta che si tratta di un disco basato principalmente su un momento speciale della sua vita. E’ un disco pensato a posta per i giovani.“A 63 anni ho scritto che la vita che mi aspetta non mi fa paura, ed è tutto vero. Ho una nuova prospettiva nel modo di scrivere perché lo faccio per cercare di arrivare ai giovani, al futuro della musica e non solo di quella”, dichiara Renato.

Renato Zero racconta che alla tv non deve nulla e che lui è un artista nato in strada, nelle cantine con le scatole di uova vuote sulle pareti per insonorizzarle, come facevamo in via Torino, vicino alla stazione Termini. Per quanto riguarda la radio, invece, ormai in mano alle major: “A lungo mi hanno dato poco spazio perché i network radiofonici sono in mano alle multinazionali che spingono solo musica straniera. Ma ditemi come può un giovane di oggi farsi conoscere senza passare per forza dai talent? Senza radio e discografici lungimiranti gente come me e Lucio Dalla che fine avrebbe fatto? La tv e la radio cercano il fenomeno, il “mostro” ma fare il “mostro” non è piacevole”.
Zero ha un rapporto con il suo pubblico di tipo viscerale. Non importa su qualche palco si esibisca: quello di un tendone da circo o dell’Ariston. Prossimamente, a conclusione delle tappe in calendario, Renato prepara le valigie per partire in concerto all’estero. “Stiamo lavorando per portare un concerto importante all’estero – racconta Renato Zero- uno show che non sia pizza e fichi, sia ben chiaro. Io le cose le voglio fare bene e con calma, non mi sento un commesso viaggiatore della musica”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.