Asia Argento risponde a Brignano e su Twitter il tono è chiaro

Asia Argento non poteva certo rimanere in silenzio dopo l’intervista in cui Enrico Brignano commentando le accuse di molestie sessuali nel mondo del cinema e su Fausto Brizzi ha anche parlato di lei. Ovvio che l’attrice non abbia avuto per Brignano parole gentili; così mentre il Time ha scelto il movimento #MeToo come Person of the year 2017, Asia Argento ha detto la sua ancora una volta perché chiamata in causa. Su Twitter il riferimento è stato diretto verso Enrico Brignano e anche il Corriere della Sera. Ricordiamo che in Italia è stata la figlia di Dario Argento a sollevare il caso Weinstein, a raccontare anche i dettagli di quelle molestie di tanti anni fa. Non tutti l’hanno difeso o quanto meno compresa e Brignano è tra coloro che le hanno puntato il dito contro. Al Corriere della Sera l’attore comico ha commentato: “Asia Argento ha detto che 20 anni fa ha fatto quello che ha fatto. Ma poi sappiamo che per cinque anni gli era stata amica e che, attraverso di lui, ha fatto film”.

Su Twitter le parole di Asia: “A Enrico Brignano, te lo scrivo in romano: sei un gaggio, disgraito e pure buzzicone. Se te vedo t’acciacco”. Il tono è chiaro e il twitter successivo sempre dell’Argento è: “Visto che Enrico Brignano conosce la mia fimografia meglio di me, può nominare i 4 film che avrei fatto con Weinstein dopo avermi stuprata?”. E ancora: “A proposito di fake news. Vergognati, buzzicone… E si verogni pure il Corriere, questo secondo voi è giornalismo? Bastava fare un giro si google prima di pubblicare castronerie”. 

Le parole di Enrico Brignano a difesa di Fausto Brizzi e contro Asia Argento

E’ sempre così facile giudicare ma è anche vero che dopo le dichiarazioni di Asia Argento sono state molte le attrici e non che hanno ricevuto la spinta per avere il coraggio di denunciare; così come è probabile che ci sia chi pur di apparire farebbe qualunque cosa, come ha detto Brignano. Magari l’esempio su Asia Argento poteva evitarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.