Giorgia ricorda Alex Baroni, oggi già 14 anni dalla sua tragica morte


Alex Baroni era una delle voci più belle del panorama musicale italiano, un incidente in moto 14 anni fa ha spento per sempre quel talento ma le sue canzoni continuano a far vibrare corde e anima. Era il 13 aprile del 2002 e sul raccordo anulare di Roma Alex era in sella alla sua moto, un dolore che in poche ore invase tutti, Baroni era morto, nessuno ci credeva ma era la tragica realtà che Giorgia e tante altre persone a lui legate hanno dovuto affrontare. Oggi Giorgia lo ricorda come sempre e sui social scrive: “Fra le stelle che non muoiono mai – Alex Baroni – pavimento liquido – 13 aprile 2002 e sembra sempre un attimo fa. Ogni pensiero per la famiglia, gli amici, chi ti ha amato e ti ascolta, e ti ascolterà. La tua voce resta”.

E la sua voce resta davvero ma avremmo voluto ascoltare tanti altri brani … Quest’anno avrebbe compiuto 50 anni, ma ogni anno per Giorgia è uguale al precedente, non lo dimenticherà mai. Cinque anni fa in un’intervista rilasciata al settimanale Vanity Fair la cantante confidava: “La morte di Alex, dentro di me, io ce l’avrò sempre. Piangevo perché avrei voluto morire anch’io, con lui. Poi qualcosa dentro di me ha deciso di resistere, di sopravvivere”. La loro è stata una intensa storia d’amore, due anime belle che si incontrano. Anche Eros Ramazzotti ha voluto ricordare Alex e ha scritto sul suo profilo social: “Quest’anno ne avresti compiuti 50, caro amico mio. Ci manchi… ma ci sei”. Ad Eros e a Giorgia si uniscono i commenti di chi ha ascoltato Baroni e si emoziona ancora oggi nel sentire la sua voce unica. Una triste consolazione pensare che lui ci sarà sempre, avremmo voluto lui davvero con la dolcezza del suo volto e il contrasto del look che sceglieva, un mix di emozioni che la sua voce regalava nel modo più intenso possibile.


Leggi altri articoli di News Musica

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close