Il corista è un cantante che non ha realizzato il suo sogno?

Quando ascoltiamo una canzone normalmente ci piace ripetere la melodia principale del solista ma se ascoltiamo attentamente in alcuni brani famosi ci sono anche delle voci in “sottofondo” che sono bellissime e che creano armonie meravigliose: queste sono quelle che di solito cantano i coristi. Ogni cantante che si rispetti e che gira il mondo in tour porta con sé anche i coristi, fondamentali nella riuscita dei loro concerti. Se pensiamo a Laura Pausini, Giorgia, Eros Ramazzotti, Ultimo e tanti altri, hanno con sé coristi altrettanto bravi che su alcune delle loro canzoni intervengono per creare altre voci in sottofondo che riempiono e danno colore. 

CORISTA – UN LAVORO MERAVIGLIOSO

Vogliamo parlare allora della differenza tra solista e corista e di quanto queste due figure professionali siano importanti, differenti seppur complementari in alcuni casi tra loro. Il solista, lo dice la parola, è colui che canta da solo, la voce principale. Il corista invece è colui che sta dietro al solista, colui o colei che fa le doppie voci, che rende brioso il brano e che canta in coro, insieme ad altri. 

Vi sarà sicuramente capitato di vedere i coristi in qualche concerto live, anche in programmi tv o guardando il festival di Sanremo; nell’orchestra possiamo vederli sempre dietre ai loro microfoni con le cuffie alle orecchie (ear-monitor).

Abbiamo chiesto un parere alla vocal coach Claudia Cappabianca della Sing & Song Home Studio: “Fare il corista richiede studio ma soprattutto tanta passione. E’ un lavoro meraviglioso, sì, perché cantare è un lavoro. Qualcuno potrebbe pensare al corista come colui o colei che non è riuscito a realizzare il suo sogno da solista e si è ripiegato in un altro ruolo, invece no: corista si nasce o si diventa per passione. L’unione delle voci, il lavorare insieme, supportare il solista, essere a suo “servizio”, è una cosa meravigliosa. Provate ad ascoltare qualche brano famoso dove i coristi fungono un ruolo importante e immaginate quella stessa canzone senza, non sarebbe la stessa cosa!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.