Tiziana abbraccia la bara di Stefano D’Orazio poi ringrazia tutti (Foto)

Un corteo dal Campidoglio alla Chiesa degli Artisti in Piazza de Popolo dove Tiziana, la moglie di Stefano d’Orazio, ha abbracciato la sua bara, l’ha accarezzata come avrebbe voluto fare con lui nei suoi ultimi momenti. Poi gli applausi e le voci della folla che saluta a distanza il musicista mentre arrivano anche i Pooh che seguivano il feretro con la famiglia. In tantissimi sono arrivati a Piazza del Popolo per l’ultimo saluto a Stefano D’Orazio ma non tutti i fan hanno potuto partecipare, non era possibile un assembramento, nemmeno davanti alla Chiesa degli Artisti, il luogo sacro dove solo pochi cari hanno potuto assistere alla cerimonia funebre. Un lunghissimo applauso anche dopo la cerimonia all’uscita del feretro dalla chiesa, poi di nuovo il silenzio in attesa di Tiziana, della famiglia di Stefano, di Red, Roby, Dodi e Riccardo. I Pooh restano un passo indietro, mentre Tiziana torna ad accarezzare quel legno che si porta via il suo Stefano. Tornano gli applausi, tornano le voci: “Grazie Stefano, grande Stefano, ciao Stefano” ma a tutti sembra di disturbare. Non c’è spazio per la musica oggi, il dolore è troppo grande e il sottofondo è solo un timido brusio. E’ lungo il tempo che viene lasciato ai saluti mentre tutti restano in silenzio e la moglie di Stefano D’Orazio con immenso amore saluta per l’ultima volta suo marito. 

L’ULTIMO SALUTO DEI POOH A STEFANO D’ORAZIO

Si avvicinano i Pooh, uno dopo l’altro Dodi, Red, Riccardo, Roby si avvicinano alla bara di Stefano D’Orazio, abbracciamo Tiziana, salutano per l’ultima volta l’amico più caro. Applausi anche per loro ed è la forza che i fan vogliono infondere ma più di tutti è Tiziana a dimostrare la sua forza.

La moglie di Stefano D’Orazio saluta tutti, alza la mano ringraziando tutti sicura che il suo Stefano sarebbe stato felice di vedere tanto amore.

“Sei grande, Roma è con te” e questa volta sono parole dirette a lei. Qualcuno richiama l’attenzione di Roby Facchinetti che stringe i pugni in segno di forza, quella che adesso è necessaria per andare avanti. 

“Ci mancherai Stefano”, “Evviva i Pooh” si sente tra la folla mentre il feretro si allontana e questa volta è davvero l’ultimo saluto a Stefano D’Orazio, senza musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.