Billie Eilish salvata dal vaccino anti covid: “Potevo morire, è stato orribile”

billie eilish covid

Continuano ad arrivare le testimonianze, anche delle grandi star, che hanno combattuto la loro battaglia contro il covid 19. Messaggi importanti, per chi ancora non ha compreso l’importanza del vaccino che salva la vita, in caso di contagio. Anche Billie Eilish si è ammalata e ha raccontato, in una intervista radiofonica come è stato duro recuperare dopo aver preso il virus.

Billie, ospite del programma radiofonico di Howard Stern, ha svelato di essersi ammalata lo scorso agosto e di essere stata male per due mesi. Per fortuna tutto è andato per il meglio grazie al vaccino: “Voglio essere chiara: se non fossi stata vaccinata sarei potuta morire perché è stato orribile”.

Il racconto di Billie Eilish: la sua battaglia contro il covid 19

E’ un racconto molto forte quello che ha fatto la pop star, una testimonianza che spera possa anche essere importante per chi ancora non ha fatto la prima dose di vaccino. La Eilish ha raccontato: “”Quando dico orribile intendo dire che mi sono sentita da schifo. Ma davvero, tra quello che il Covid può provocare, non è stato il peggio“, ha spiegato. “Sono stata malata per circa due mesi e soffro ancora adesso di alcuni effetti collaterali”. 

Il vaccino non ha salvato solo lei. Nella sua intervista la cantante ha raccontato: “ho evitato che si ammalassero Finneas (il fratello, ndr), i miei genitori, i miei amici“. Non è la prima volta che la cantante lancia appelli invitando le tantissime persone che la seguono sui social a non aver paura del vaccino.

La Eilish ha invitato tutti a vaccinarsi è una scelta che crea benefici non solo all’individuo ma a tutta la comunità. Ne aveva già parlato anche in una recente intervista a “Vanity Fair”: “Ragazzi se non siete ancora vaccinati è davvero, davvero importante che lo facciate. Non è solo per voi str***i, è per tutti quelli che vi circondano. Prendetevi cura delle persone intorno a voi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.