Giancarlo Magalli veste i panni di vigile urbano nella sua Roma in lockdown tra autocertificazioni e multe


Non tutti sanno forse della passione di Giancarlo Magalli per il vigile urbano. Un sorta di hobby-lavoro che fa da anni come volontario nella sua Roma. E sta continuando anche in queste difficili settimane per l’Italia intera. Alla rivista DiPiù racconta di questa esperienza insolita visto il lockdown di Roma come dell’Italia intera.

GIANCARLO MAGALLI VIGILE URBANO NELLA SUA ROMA IN LOCKDOWN

In questi giorni mi occupo di posti di blocco. Nella pattuglia siamo in sei o sette, perché i mezzi da controllare sono tanti e c’è sempre molto da fare: verificare le autodichiarazioni, i documenti d’identità e quelli dell’auto, tenere un occhio su eventuali ambulanze per favorirne il passaggio… Mi devo occupare solo di auto e moto non dei pedoni. Ma se noto un assembramento di persone, intervengo anche per quello“. Il “lavoro” da volontario di Magalli inizia nel pomeriggio perchè si sa, al mattino c’è l’altro suo grande amore, la televisione. I Fatti vostri resistono nonostante le restrizioni e i tanti cambiamenti che sono stati affrontati. E così dopo i saluti con il programma di Rai 2 scende in strada.

Da anni infatti Giancarlo Magalli è volontario della Polizia municipale, corpo nel quale ha scalato tutti i gradi gerarchici “Oggi sono maggiore, in procinto di diventare colonnello. Magalli dà anche le multe, però ammette “La maggior parte dei cittadini sta rispettando le restrizioni“.

A essere un po’ preoccupate per questa vita piena di impegni che il conduttore ha sono in particolare le sue figlie che lo rimproverano spesso facendogli notare che forse a una certa età dovrebbe evitare di correre rischio. Soprattutto in questo periodo, vista l’emergenza del coronavirus. Ma Magalli non ha nessuna intenzione di rinunciare al suo impegno per la comunità. “Un vigile urbano non può proprio chiamarsi fuori“ ha commentato il conduttore.

Ultime Notizie Flash su Instagram

Leggi altri articoli di News spettacolo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close