Da Sopravvissute la storia di Andrea Osvart: racconta l’amore tossico vissuto per aiutare le altre donne

Nella prima puntata di Sopravvissute, in onda il 22 aprile 2021, Matilde d’Errico ha raccontato anche la storia di una donna molto famosa in Italia soprattutto dopo la sua partecipazione al Festival di Sanremo nel 2008. Parliamo di Andrea Osvart, attrice ungherese di fama internazionale, modella e anche valletta nel Festival di Pippo Baudo al fianco di Bianca Guaccero. Andrea ha scelto Sopravvissute per raccontare la sua storia di dipendenza affettiva. Una storia d’amore tossico che per lungo tempo l’ha tenuta legata a un uomo che le aveva raccontato solo un mucchio di bugie. Andrea spiega alla conduttrice del programma di Rai 3. che tutto inizia in un momento per lei complicato, era da poco tornata in Ungheria, aveva perso contatti con gli amici e cercava di rimettere insieme i legami importanti del passato. In quel periodo abbastanza complicato, conosce quest’uomo che si insinua nella sua vita e che la rivoluziona in tutto e per tutto facendo di lei una vera e propria sopravvissuta.

Come tutte le vittime di dipendenze affettive, anche Andrea si rende conto che c’erano dei campanelli di allarme, dei segnali che le avrebbero dovuto far capire che qualcosa non andava nel verso giusto.

La storia dell’armadio che non doveva mai essere aperto

E’ stato un genio, io ero una persona conosciuta eppure lui è riuscito a far si che nessuno scoprisse niente ha commesso solo un piccolo errore a un concerto dove ci hanno scattato una foto che è uscita sul giornate ed era la famosa foto che ha visto l’altra” ha raccontato Andrea che dopo questo articolo è stata contattata dalla fidanzata del suo uomo.

Andrea racconta che tra i tanti segnali che avrebbero dovuto allarmarla c’era anche la questione dell’armadio. Un armadio nella casa di questo uomo che non poteva mai essere aperto. Lui le aveva detto che nell’armadio c’erano le cose della sua ex moglie e che non aveva ancora avuto modo di ridargliele. Lei ci ha creduto, perchè avrebbe dovuto dubitare? Non immaginava che il suo uomo aveva una vita parallela, che aveva un’altra relazione e che le aveva da sempre raccontato una marea di bugie.

Mi chiedeva di rifiutare dei lavori, mi diceva che mi manteneva lui, che non c’erano problemi. Lui non approvava che io andassi in giro, che mi facessi vedere. Voleva mettermi in una gabbia d’oro” racconta l’attrice.

Quando ha scoperto tutta la verità, Andrea ha dovuto iniziare un percorso molto serio terapeutico. Non dormiva, non mangiava, non riusciva a vivere. “Ero molto angosciata, ho dovuto prendere anche delle pillole per calmarmi” ha raccontato Andrea Osvart. Oggi l’attrice invita tutte le donne ad ascoltare le voci interne che si sentono. E poi una cosa che appare sempre più evidente: le trappole del presente, le dipendenze affettive hanno sempre qualcosa a che fare con i traumi del passato, con quello che è successo nell’infanzia o nell’adolescenza.

Per sopravvivere a questo trauma ho capito che dovevo aiutare gli altri. Ho fondato un blog su questo argomento, parlo dei narcisisti. Aiutando gli altri curo anche me stessa” ha detto Andrea Osvart.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.