Palermo: maturità annullata, in 150 dovranno ripetere gli esami

Ripetere gli esami di maturità è un sogno ricorrente per tutti gli studenti che hanno vissuto l’emozione di quei giorni. E per la serie “…a volte ritornano“, potrebbe succedere che il sogno, o meglio l’incubo, diventi realtà.

Addio Maturità! 150 diplomi di maturità sono stati annullati. No, non è la trama di “Immaturi”, l’ultimo film con Luca e Paolo de “Le Iene”, Ambra Angiolini, Roul Bova e Ricky Memphis, ma è un fatto di cronaca realmente accaduto. A Palermo sono circa 150 le persone che si troveranno per davvero alle prese con l’incubo ricorrente di molta gente: dover ripetere gli esami di maturità. Questi 150 alunni, infatti, corrono il rischio di dover ripetere sia gli scritti che gli orali.

La terza sezione del Tribunale di Palermo, infatti, nei giorni scorsi ha condannato a 43 anni di carcere dieci imputati, tra presidi ed impiegati di istituti privati, che consegnavano ai diplomandi dei diplomi falsi, naturalmente spacciandoli per autentici. Questi diplomi fittizi verranno distrutti dopo che la sentenza sarà quella definitiva e così gli ormai ex alunni che hanno conseguito il diploma tra il 2001 e il 2003 negli istituti coinvolti nell’inchiesta, potrebbero ritrovarsi di nuovo alle prese con temi, tesine e tracce da ipotizzare, per gli esami del 2011.

Gli ex alunni, stando alle prime indiscrezioni, non correrebbero alcun rischio dal punto di vista penale: gli investigatori, infatti, hanno scoperto che alcuni studenti erano ignari dell’inganno: possedevano un diploma di Stato nonostante dai documenti conservati al Centro servizi amministrativi di Palermo (ex Provveditorato agli Studi) risultassero bocciati alla maturità. Adesso agli ex studenti non resta che presentare domanda per sostenere gli esami da esterni.

Sara Moretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.