Napoli, usuraio nascondeva i milioni nelle mura

La notizia non farebbe una piega se si considera il mercato immobiliare arrivato ormai alle stelle: tra fitti e compra-vendita, i prezzi non si possono dire bassi. Centro, appartamenti, villette, paesini, nessuno può negare che le case sono diventate davvero molto, molto “care”. Solo che a far salire i prezzi di una casa del quartiere di Santa Lucia a Napoli, non ci hanno pensato i mediatori immobiliari, ma i proprietari stessi dell’abitazione.

La casa, infatti, appartiene a Mario Potenza, considerato dagli investigatori uno dei maggiori usurai della città di Napoli. E si, perché a fare i soldi non ci pensano solo le banche, ma anche gli usurai, che, invece, di banche non ne vogliono sapere. Così, l’usuraio Potenza, invece di versare i contanti in una banca o in un istituto di credito, ha pensato bene di riversare il tutto in casa propria e precisamente nelle mura della stessa.

Ingegnosamente, non ha utilizzato solo una delle pareti, ma ha murato i contanti in più posti della casa, sperando di poter sfuggire, almeno in parte, ad un’eventuale perquisizione della polizia.

Quando gli uomini delle forze dell’ordine hanno fatto irruzione nella casa del pluripregiudicato, hanno trovato i familiari dell’uomo che sostituivano le mazzette di banconote, tutte da 500 euro, con alcune fotocopie.

Tutto questo si è potuto scoprire grazie alle dichiarazioni di Salvatore Lo Russo, boss del quartiere di Miano ed ora collaboratore di giustizia. Sicuramente Lo Russo sarà una spina nel fianco per i suoi ex compagni di “lavoro”, ma adesso si sta rivelando una vera manna per la giustizia.

Teresa Corrado

One response to “Napoli, usuraio nascondeva i milioni nelle mura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.