Melania Rea ultime notizie, testimone accusa Salvatore Parolisi

Proseguono ormai da quasi un mese le indagini per l’omicidio di Melania Rea, giovane mamma 29 enne di una bambina di soli 18 mesi. Melania Rea è scomparsa lo scorso 18 aprile da Colle San Marco, vicino Ascoli, mentre era in gita con il marito e la figlioletta. E’ stata trovata morta, uccisa da diverse coltellate, due giorni dopo la sua scomparsa, a Ripe di Civitella, nel “bosco delle casermette” a circa 18 km dal luogo in cui è stata vista l’ultima volta. Per il momento l’unica persona informata dei fatti rimane il marito, Salvatore Parolisi, caporalmaggiore dell’esercito italiano. Nella giornata di ieri si era sparsa la voce, su diversi quotidiani, che i pm avrebbero voluto ascoltare la bambina di Melania e Salvatore, ma il pm di Ascoli Piceno ha rivelato all’Ansia che la suddetta notizia è infondata, preoccupandosi di tutelare in ogni modo la bambina di solo un anno e mezzo di vita. Vediamo insieme le ultime notizie sul giallo della morte di Melania.

Un testimone, Savino Lolli, ha dichiarato al Tg3 di aver visto il 18 Aprile scorso, giorno della scomparsa di Melania, una pattuglia di Carabinieri a bordo di un suv, proprio nelle vicinanze del luogo in cui Melania è stata vista l’ultima volta. Il testimone in qualche modo ha accusato il marito di Melania, Salvatore Parolisi: «Vidi un suv dei carabinieri alle 16, quando Melania era già scomparsa. Parolisi avrebbe dovuto incrociare quella pattuglia, ma non la fermò».

Ma non è confermato che Salvatore Parolisi abbia incrociato davvero la pattuglia di Carabinieri, così come non si può ancora definire se il caporalmaggiore non ha fermato i colleghi militari per nascondere qualcosa.

Sm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.