Sarah Scazzi ultime notizie, uccisa da Sabrina in macchina di Cosima?

Sarah Scazzi sarebbe stata uccisa in macchina di Cosima Misseri da Sabrina; queste le ultime notizie sull’omicidio della piccola Sarah che arrivano dalle indiscrezioni in seguito all’ennesima testimonianza. Al centro della vicenda ci sarebbe sempre il fioraio di Avetrana, Giovanni Buccolieri che a quanto pare non avrebbe raccontato proprio tutta la verità, o meglio lo avrebbe fatto ritrattando poi tutto. L’uomo infatti aveva detto a parenti e amici di aver visto tutto quel pomeriggio del 26 agosto. Cosa si intende con tutto? Aveva visto la macchina di Cosima Misseri inseguire la piccola Sarah Scazzi e poi fermarsi una volta raggiunta la ragazza. Cosima sarebbe poi scesa dall’auto mentre una ragazza, con i capelli scuri raccolti in un codino ( molto probabilmente Sabrina Misseri) avrebbe atteso in macchina. Una volta fatta entrare con la forza Sarah nella vettura, l’altra persona in macchina l’avrebbe strangolata con una corda.

Ma questo racconto fatto in un primo momento si sarebbe poi trasformato in un sogno. Peccato percò che ci sono anche degli altri testimoni che dicono di aver visto la macchina di Cosima nel posto indicato dal fioraio nelle stesse zone. Perchè avrebbe ritirato tutto dicendo di aver sognato? Secondo delle indiscrezioni ci sarebbe una intercettazione in cui si sentono parlare il fioraio e sua moglie e l’uomo parla di come potrebbe essere rischioso ammettere. Questo perchè avrebbe aspettato moltissimo tempo prima di dire tutto ai Carabinieri.

Si attende di conoscere la versione dell’ex commessa del fioraio, ascoltata proprio in questi giorni dai Pm volati appositamente in Germania dove la donna abita.

3 responses to “Sarah Scazzi ultime notizie, uccisa da Sabrina in macchina di Cosima?

  1. con questa verzione mi fa riccordare le famose arbore del figo chi tanto diceva Miccheli, secondo me le loro donna hanno amassado la povera Sara e lasciata li in questa famosa arbore e stato li chi entrato in cena Miccheli,, piu chiaro di cosi, secondo me Miccheli mai stato autore di queste crime. Devo dire chi sonno orgogliosa di come stano lavorando tutti il inquirenti di questa monstruosa storia…..

  2. Oggi ci sarà l’interrogatorio della ex commessa del fioraio ora residente in Germania. Se dovesse anche quest’ultima confermare una versione tutt’altro che onirica della dettagliata visione del fioraio ci troveremo di fronte davvero di fronte ad una commedia tragico-comica. Se la tesi dell’inseguimento dovesse rafforzarsi allora credo che anche la gelosia per Ivano potrebbe perdere forza quale movente: mi chiedo quale atroce verità familiare fosse venuta a conoscenza la povera Sarah per divenire vittima di un atroce delitto. Leggendo il verbale dei carabinieri sembra leggere la narrazione di un fatto realmente visto e non sognato (sempre che siano in buona fede le parole verbalizzate dagli inquirenti). Infatti un passaggio il fioraio afferma che “dopo aver appreso dalla TV che Michele Misseri aveva fatto ritrovare il cadavere di Sarah, ho iniziato a pensare a quello cui avevo assistito…” e non quello che ho sognato. Se la verbalizzazione fosse fedele al suo racconto allora questa persona si esprime in modo improprio rispetto a quello che vuol far credere ed in effetti, come analizza il Gip Rosati, un sogno pieno di particolari e che prosegue anche dopo l’episodio con la prosecuzione dell’attività lavorativa è davvero “straordinario”!

  3. per quanto possa sembrare assurdo,io ho pensato subito che la colpevole fosse Sabrina,senza ombra di dubbio,e questa mia convinzione è nata dalla prima intervista a Sabrina,quando un giornalista le ha chiesto quale fosse la sua idea sulla scomparsa di Sarah.e lei risponde che Sarah aveva dei complessi che si vedeva troppo magra..troppo bionda,quindi era fuggita.Ecco questa cosa,come lo ha detto la superficialità che ha avuto nel dirlo mi hanno subito convinta che fosse lei la colpevole…ne ero sicura e ne sono ancora convinta.Un piccolo dubbio mi ha sfiorato con la confessione di Michele,ma è stato solo un momento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.