Melania Rea ultime notizie, sequestrate le interviste in tv a Parolisi

Le ultime notizie sulla morte di Melania Rea hanno come protagonista indiscusso, ancora una volta, il marito della donna, caporalmaggiore dell’Esercito Italiano, Salvatore Parolisi. Secondo l’accusa, come sappiamo, sarebbe stato lui ad uccidere la donna 29 enne di Somma Vesuviana. Il movente potrebbe essere passionale, o forse economico. Secondo le ultime notizie la famiglia di Melania Rea avrebbe chiesto di sequestrare tutti i filmati relativi alle interviste di Salvatore Parolisi in tv. Ce ne sono diverse: dalla vita in diretta a quarto grado. Sono tutte interviste che sono state registrate immediatamente dopo la morte di Melania, dunque quando ancora Parolisi non era nemmeno indagato.

Secondo i legali della famiglia Rea, nel processo ci potrebbe essere un eccessivo uso dei filmati riguardanti le apparizioni in tv di Parolisi quando quest’ultimo non era nemmeno iscritto nel registro degli indagati. Adesso invece, come sappiamo, il caporalmaggiore è accusato di omicidio pluriaggravato. Ecco le ultime notizie sulla morte di Melania Rea.Oltre alle decisioni della famiglia Rea, le ultime notizie riguardano anche alcune iniziative dei legali di Parolisi, come quella per cui è stato chiesto l’incidente probatorio, per confutare data e ora della morte di Melania, così come stabilita dai medici legali. I legali di Parolisi Nicodemo Gentile e Valter Biscotti hanno spiegato che “l’accusa fa leva su dati medico-legali contraddittori e inattendibili, come dimostrato dalle obiezioni tecniche della difesa. L’indeterminatezza dell’epoca della morte impedisce una ricostruzione fedele della vicenda criminosa. Pertanto, appare necessario il ricorso a una perizia d’ufficio che chiarisca definitivamente le divergenze di valutazione tra accusa e difesa sull’ora del decesso”.

 

One response to “Melania Rea ultime notizie, sequestrate le interviste in tv a Parolisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.