Ragazza morta per gioco erotico ultime notizie: Parla Soter Mulè, il 42 enne arrestato

Ha parlato Soter Mulè, il 42 enne arrestato per la morte della giovane 24 enne di Guagnano (Lecce), Paola Caputo, morta per un gioco erotico finito male. Si trattava dello shibari, una pratica erotica giapponese che prevede che il partner sia legato con una fune che passa per collo, petto e arti, e appeso al soffitto. Oggi Soter Mulè ai suoi avvocati ha detto che i tre erano abituati a fare quel gioco.

L’uomo, ingegnere informatico 42 enne, è accusato di omicidio preterintenzionale. Mulè ha aggiunto che se l’altra ragazza non fosse sopravvissuta si sarebbe già tolto la vita. Sembrebbe essere sconvolto l’uomo che ha visto in diretta la morte di Paola Caputo. Ecco le ultime notizie

Secondo le ultime notizie, Soter Mulè avrebbe affermato: “Non era la prima volta che facevamo quel gioco a tre, eravamo in simbiosi. Le conoscevo bene; avevo avuto un flirt con entrambe. Quando ho visto Paola soffocare – ha continuato il 42 enne – ho cercato subito di rianimarla, ma ormai era troppo tardi. Così ho dovuto fare una scelta e salvare l’altra: sono distrutto”.

In quei momenti di panico dunque, il 42 enne Mulè sarebbe andato in macchina e avrebbe preso un coltello per tagliare le corde che stavano soffocando anche l’altra studentessa, la ragazza romana che adesso si trova ricoverata nel reparto di Rianimazione del Sant’Andrea di Roma. Secondo le ultime notizie inoltre, a valutare la pericolosità sociale del gioco dello shibari sarà il pm Maria Letizia, che indaga sul caso. Valuterà dunque la presunta responsabilità di Mulè sulla morte della Caputo. Nel frattempo dalle ultime notizie si apprende anche i legali difensori del 42 enne Soter Mulè avrebbero chiesto di derubricare l’accusa nei confronti del loro assistito da omicidio preteritenzionale a colposo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.