Rosaria Pugliese scomparsa: le ultime notizie da Chi l’ha visto

Riparte la stagione televisiva di Chi l’ha visto e ritorna l’attenzione ai casi di persone scomparse.Il primo caso di cui si parla è quello di Rosaria Pugliese una giovanissima ragazza di Cerignola il piccolo paese in provincia di Foggia che l’anno scorso abbiamo imparato a conoscere in seguito alla scomparsa delle gemelline Livia e Alessia. Rosaria manca da casa ormai da  più di 10 giorni e i suoi genitori non riescono a capire perchè la ragazza si sia allontanata da casa. Temono il peggio: qualcuno forse le sta  facendo del male e le impedisce di mettersi in contatto con la sua famiglia. Ci sono però delle cose che sono avvenute il giorno della sua scomparsa che non convincono molto i familiari di Rosaria. La ragazza in passato era già scappata un paio di volte da casa e in entrambe le occasioni era andata in Sicilia in provincia di Catania. Ricostruiamo la sua storia.

Il giorno della scomparsa- E’ il 2 settembre del 2011 quando Rosaria dice alla mamma che nel pomeriggio andrà fuori con il suo fidanzato, un ragazzo con cui sta insieme da qualche mese. Nulla di strano se non fosse che il ragazzo, Antonio, intervistato dai giornalisti di Chi l’ha visto dice che lui non doveva andare da nessuna parte con lei ma che Rosaria, gli aveva chiesto di mentire a sua mamma. Non c’era quindi nessun appuntamento tra i due.

In seguito la ragazza manda un sms ad Antonio e gli dice che è ora di smetterla di stare insieme perchè c’è troppa distanza tra i due paese in cui abitano, lui infatti sta a Manfredonia.Arrivano anche altri sms alla famiglia nei quali Rosaria scrive di essere fuori, a Rimini con Antonio ma non è vero.

La mamma ha paura che Rosaria possa essere con qualcuno che vuole farle del male.

Per qualsiasi notizia potete contattare i carabinieri o mettervi in contatto con Chi l’ha visto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.