Papa Benedetto XVI si dimette?

Dopo l’ipotesi di un complotto contro il Papa, che prevede la morte dello stesso, probabilmente in un attentato, oggi arriva un’altra notizia che riguarda ancora una volta Benedetto XVI. Infatti, il Santo Padre potrebbe dimettersi: questa volta non è un giornale a sostenerlo, ma monsignor Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea. Ecco allora che dopo il possibile attentato al Papa e il complotto nel Vaticano fortemente smentito dalla stessa Chiesa, il  vescovo d’Ivrea, intervistato durante la trasmissione radio “Un giorno da pecora”, dice di leggere la notizia come “una cosa per preparare l’eventualità delle dimissioni”. Dunque presto potrebbe essere un nuovo papa al suo posto? Ecco le ultime notizie.Vogliamo precisare, innanzitutto, che non è la prima volta che circola questa voce di “dimissioni di Papa Ratzinger”: accadde una prima volta dopo lo scandalo della pedofilia che colpì la Chiesa e poi, di nuovo, dopo l’uscita del suo libro-intervista Luce del mondo. Un po’ di tempo fa qualcuno già disse che il Pontefice aveva deciso di lasciare alla vigilia del suo 85° compleanno, ad aprile. Secondo monsignor Bettazzi, che sottolinea di esporre solo «un’opinione personale», Benedetto XVI si sentirebbe «molto stanco, basta vederlo, è un uomo abituato agli studi. E di fronte ai problemi che ci sono, forse anche di fronte alle tensioni che ci sono all’interno della Curia, potrebbe pensare che di queste cose se ne occuperà il nuovo Papa». Sul piano del diritto canonico, le dimissioni sarebbero ammesse.  Ma il Vescovo di Ivrea insiste: «Non riesco ad allontanare l’idea che il Papa possa lasciare, anche perché Ratzinger ha visto che gli ultimi anni di Papa Giovanni Paolo II non era più molto in grado di guidare la Chiesa e forse lo facevano di più i suoi collaboratori». Vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni, o forse è meglio di parlare di mesi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.