Melania Rea, oggi la sentenza per Parolisi: avrà l’ergastolo?

Oggi è un giorno molto importante per il processo a Salvatore Parolisi, accusato di aver ucciso la giovane moglie, Melania Rea, nel bosco di Ripe di Civitella. Ricordiamo che Melania fu trovata priva di vita, massacrata da 35 coltellate, in quel bosco in provincia di Teramo. Parolisi è sempre stato l’unico indagato del caso, sebbene lui si è sempre detto estraneo ai fatti. L’ex militare, marito di Melania Rea, aveva una relazione extraconiugale con una soldatessa e, secondo gli inquirenti, sarebbe stata proprio la pressione dell’amante a portare Parolisi al folle gesto. Tutta via manca ed è sempre mancata la prova regina che incastra Parolisi. Oggi si saprà quale sarà il verdetto finale: Parolisi sarà condannato all’ergastolo?Era stato proprio il pm, la settimana scorsa, a chiedere per l’imputato, il marito di Melania, l’ergastolo. Parolisi oggi potrebbe quindi essere condannato o prosciolto. E, dobbiamo ricordare, dalla decisione dei magistrati dipenderà anche il destino della piccola Vittoria, la bambina di Salvatore e Melania Rea, che già si è ritrovata senza la mamma, dall’aprile del 2011. A Parolisi è stata revocata la patria potestà e la bambina è stata affidata temporaneamente ai genitori di Melania.

Parolisi crede nell’assoluzione – L’ex militare è convinto che sarà assolto, in quanto non esistono prove certe, come stavamo dicendo prima, ma solo indizi. La super perizia inoltre non ha chiarito alcuni tra i punti essenziali del delitto, come ad esempio l’ora della morte della 29enne di Somma Vesuviana. Secondo la difesa di Parolisi questo sarebbe quindi un buco nell’acqua e un punto a loro favore. Melania. Un buco nell’acqua per l’accusa, un tassello a favore della difesa di Parolisi.

Vi ricordiamo che potete seguire indiretta gli ultimi aggiornamenti del caso e quindi le notizie sulla condanna o l’assoluzione di Parolisi anche su Facebook, seguendo questa pagina cliccando qui.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.