Belluno: bambino gioca con accendino e dà fuoco alla casa della nonna

Giocava in casa della nonna con un accendino e, all’improvviso, è scoppiato un incendio. E’ successo a Carvarzano, in provincia di Belluno. La nonna si era allontanata dalla stanza e aveva lasciato solo il nipotino per alcuni attimi. All’improvviso, l’incidente domestico e la casa che prende a fuoco. Il bambino di 7 anni, giocando con l’accendino, ed è riuscito  ad appiccare il fuoco a un pezzo di carta. In pochi attimi le fiamme hanno appiccato sui tendaggi e altri arredi della casa.

Fortunatamente nonostante il tanto fumo, non è accaduto nulla di grave. L’episodio, infatti, si è concluso per il meglio e non vi sono stati feriti.  L’incendio è scoppiato ieri pomeriggio all’incira verso le 17.30 in via Pietriboni. La nonna risiede in un appartamento al primo piano delle case Ater di Cavarzano. Ad avvertire i vigili del fuoco è stata la stessa nonna, una signora di 80 anni, uscita dall’appartamento con il nipotino.  Sul posto sono intervenute subito due squadre di vigili del fuoco, una pattuglia della squadra volante della polizia e un’ambulanza. Un semplice gioco, pur pericoloso, in poco tempo sarebbe potuto trasformarsi in tragedia. Non è certo la prima volta che accade un episodio del genere. Basta, infatti, lasciare un bambino solo anche pochi minuti per non scampare a qualche danno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.