Tenta di far prostituire la fidanzata per giocare al videopoker

Tenta di far prostituire la fidanzata per giocare al videopoker. Si tratta di un 23enne disoccupato, abituato a vivere di espedienti. Lei ha 39 anni, e viene dallo Sri Lanka. Il giovane, di Milano, ha una vera ossessione per il videopoker, tanto da essere disposto a tutto pur di poterci giocare. E così domenica mattina ha chiesto dei soldi alla fidanzata, 100 euro, che lei non ha voluto dargli. L’ha così trascinata alla metropolitana, alla fermata Bande Nere della Linea 1, chiedendole 200 euro, per poi sequestrarla. L’ha quindi portata in un internet point, tentando di farla prostituire con le persone presenti per ottenere denaro da giocare al videopoker.

Nessuna delle persone presenti ha accettato l’incredibile offerta. Essendo finito male il tentativo di far prostituire la fidanzata per giocare al videopoker, il 23enne l’ha portata ai giardinetti della zona, per poi picchiarla. Tutto ciò ha attirato l’attenzione di alcune persone che passavano di lì, che hanno quindi avvertito le forze dell’ordine. I carabinieri sono intervenuti arrestando il ragazzo, malato di videopoker, con le accuse di maltrattamenti e lesioni. La fidanzata è stata portata all’ospedale San Carlo.

La 39enne vive con la sorella in via Masaniello, zona Baggio, a Milano. La relazione con il giovane, malato di videopoker, era iniziata due anni fa. E così era andato a vivere con lei. Il ragazzo aveva già precedenti per truffa. A raccontare della sua ossessione per i videopoker è stata la sorella della vittima, che ha anche affermato di aver assistito a violenze di questo tipo quasi ogni giorno.

L’ossessione del 23enne era tale da tentare di far prostituire la fidanzata per giocare al videopoker. Ora è stato arrestato, e finalmente la donna troverà pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.