Nuova tragedia in mare, barcone si ribalta: 50 morti

Un altro barcone con a bordo immigrati si è ribaltato nella giornata di ieri. Si tratta di una nuova tragedia in mare, per la quale si parla di circa 50 morti. Tra di essi vi sarebbero una decina di bambini. Il naufragio è avvenuto al centro di un triangolo tra Malta, la Libia e Lampedusa, e si tratta di una zona di competenza maltese per quel che concerne le operazioni di ricerca e soccorso. A bordo del barcone vi erano più o meno 250 persone, e circa 200 sono state tratte in salvo. Le vittime accertate sono una trentina, ma il bilancio è destinato a salire.

E così dopo la tragedia dei giorni scorsi nel mare di Lampedusa, dove sono morti centinaia di immigrati, un altro barcone si ribalta. Il premier maltese Joseph Muscat ha riferito che una delle sue unita’ ha recuperato 150 migranti mentre una nave italiana ne ha tratti in salvo 56. Si organizzano quindi anche le cure per queste persone: coloro che presentano gravi ferite vengono trasportati a Lampedusa in elicottero. Il premier Muscat riguardo la nuova tragedia in mare ha detto: “Non può essere solo un altro allarme per l’Europa, ora bisogna agire”.

Secondo una nota ufficiale diffusa dalla Marina maltese, il naufragio sarebbe avvenuto intorno alle ore 17.15. A provocare il ribaltamento del barcone sarebbe stata l’eccessiva agitazione dei migranti all’avvistamento di un aereo militare dell’isola, al fine di farsi notare. 

Insomma, le vittime dei viaggi della speranza continuano a salire. Si tratta di due tragedie con numerose vittime a pochi giorni di distanza. Ora si attende una risposta da parte dell’Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.