Gemelli con distrofia chiedono aiuto a Papa Francesco: vogliono staccare la spina

Sergio e Marco Quarta, 34 anni, sono due gemelli affetti da distrofia, costretti a letto. I due chiedono aiuto a Papa Francesco. La loro situazione è davvero grave, a causa delle cure che devono sostenere abbinate ad alti costi per i quali erano stati promessi alla famiglia dei sussidi economici, mai arrivati dal 2010. I due gemelli non ce la fanno più: possono comunicare con le persone solo tramite social network. I due sono di Merine di Lizzanello, in provincia di Lecce. La loro malattia è la sindrome di Duchenne, che li ha colpiti quando avevano solo 4 anni. Da 30 anni vivono in queste condizioni.

Ora i due gemelli sono arrivati a chiedere che vengano staccate le macchine che li tengono in vita, a causa delle enormi sofferenze che sono costretti a subire sia loro, che la loro famiglia. I due sono a letto, tracheotomizzati, e possono comunicare solo con il puntatore ottico.

I media hanno così raccontato la storia dei gemelli con distrofia. Il papà, Antonio Quarta, ringrazia i giornali per aver sollevato attenzione sulla situazione dei gemelli con distrofia, ma tutto ciò non ha portato a cambiamenti. Infatti l’assessore regionale al Welfare aveva promesso alla famiglia un assegno personalizzato per far fronte alle spese mediche, ma questi soldi non sono mai arrivati. Le bollette sono molto salate, proprio per il consumo che richiedono i macchinari che li tengono in vita, e anche per la necessità di garantire loro un ambiente caldo. Ma non è solo di soldi che la famiglia ha bisogno. I due gemelli affetti da distrofia e i loro genitori chiedono che degli esperti di questa malattia li visitino, sperando magari in un miracolo. “Chissà che questo miracolo possa farlo Papa Francesco“, dice il padre dei gemelli. Il Papa accoglierà la disperata richiesta di questa famiglia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.