Salerno, caccia finisce in tragedia: spara al compagno e lo uccide

Una battuta di caccia a Salerno è finita in tragedia nel pomeriggio di ieri, quando una persona ha perso la vita, probabilmente a seguito degli spari di un compagno che avrebbero ferito a morte la vittima in maniera accidentale. A perdere la vita è Josè Antonio D’Adamo, 44 anni, con una moglie e due figli. E’ accaduto a Torre Orsaia, nel corso della caccia al cinghiale.

D’Adamo era in un gruppo di circa dieci persone che si erano recate proprio in quel luogo per la caccia. Ma qualcosa deve essere andato storto, e la battuta di caccia è finita in tragedia. L’ipotesi è che qualcuno abbia sparato al compagno accidentalmente, provocando ferite mortali. Lo ipotizza il medico legale a seguito di un esame esterno.

Nella stessa zona nel pomeriggio di ieri è avvenuto un altro incidente. Antonio Speranza, 30 anni, è stato colpito da un cacciatore di cinghiali ad una gamba con un colpo di doppietta. Fortunatamente la tragedia in questo caso non si è consumata, e il 30enne è stato ricoverato presso l’ospedale di Sapri: le sue ferite guariranno in circa un mese.

Purtroppo la passione per la caccia è costata cara a José Antonio D’Adamo, ferito mortalmente da un compagno. Ora si cercherà di capire nel dettaglio la dinamica dell’incidente.

One response to “Salerno, caccia finisce in tragedia: spara al compagno e lo uccide

  1. MA quanti morti e feriti ci devono ancora essere prima che i politici prendono in considerazione il sistema di sicurezza per fucili TUTIUS ?!!!

    EGR. Sono un inventore di Torino, hò progettato un sistema di sicurezza per i fucili da caccia, dove si ridurranno gli incidenti venatori minimo del 70%.
    Tutto questo perchè le attuali sicure sui fucili da caccia non hanno la giusta sicura. Per questo motivo se un un fucile cade parte il colpo, se un cacciatore inciampa parte il colpo per ferire o uccidere il compagno di caccia o lo stesso possessore, o addirittura un civile che dista centinaia di metri, ma che si trova nella stessa traiettoria del colpo partito accidentalmente, se un bambino tocca il grilletto del fucile del papà, parte il colpo, se un cane appoggia la zampa sul grilletto parte il colpo, e tanti altri casi.
    E la responsabilità di questi gravi incidenti di chi sarà mai ?
    E’ solo dell’attuale sicura che esiste sui fucili. per cui andrebbe attribuita ai costruttori di armi.

    PER CUI DICIAMO BASTA INCIDENTI DI CACCIA !!!
    E’ ARRIVATA LA STAGIONE VENATORIA PER CUI.
    ( RICORDIAMO SEMPRE )

    LA SICUREZZA DEI FUCILI DA CACCIA, DA DIFESA O ADDESTRAMENTO MILITARE, CHE DEVE SEMPRE ESSERE LA PRIMA IN ASSOLUTO.

    “lHJAA/www.youtube.com/watch?v=9HVeKt9dNNs …

    AIUTATEMI AD AIUTARE
    Guardando questo video sulla sicurezza delle armi, condividendolo con i vostri colleghi e amici,
    INSIEME SALVEREMO MOLTE VITE UMANE: GRAZIE !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.