Eurostat: il 13,1% degli italiani vorrebbe lavorare, ma non cerca lavoro

Mentre nella discussione politica è entrato il job act – l’espressione inglese con cui il neosegretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, ha presentato la propria riforma elettorale – gli italiani continuano a fare i conti, giorno dopo giorno, con una quotidianità in cui trovare lavoro è un’impresa che tiene testa alle vincite alla lotteria. La disoccupazione condiziona le scelte degli italiani, ma ne mina anche gli atteggiamenti verso il futuro.
Tra gli effetti dello stallo che si protrae da anni, vi è anche quello di una forza lavoro che è ormai rassegnata al proprio stato di disoccupato. Stando ai dati rilevati da Eurostat, più di 3 milioni di italiani si dichiarano disponibili a lavorare ma non si prodigano attivamente nella ricerca di un impiego. In un’analisi concentrata sul terzo trimestre del 2013 è stato messo in evidenza come la percentuale di coloro che vorrebbero lavorare ma non cercano impiego in Italia sia stata del 13,1%.
Questi numeri descrivono in maniera chiara la crisi non solo prettamente economica, ma dell’intero sistema Italia: da nord a sud, la sensazione condivisa dai più è quella secondo cui per cercare lavoro non importa essere bravi, ma piuttosto conoscere le persone giuste. Il clientelismo, in tal senso, è soltanto una delle tante facce della nostra società e della cultura che, oggi ancor più del passato, condiziona l’esistenza di molti.
Ai politici, dunque, andrebbe dato il compito non solo di riformare da un punto di vista legislativo il mondo del lavoro, ma di incidere dopo decenni di immobilismo in maniera netta verso un ripristino delle basi democratiche e dei principi su cui una repubblica dovrebbe poggiarsi. Tuttavia, appellarsi alla questione morale, quando l’intero arco politico è attraversato da scandali di ogni tipo sembra per gli italiani un desiderio ancora più impossibile da realizzare di quello di trovare lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.